Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Tutti a tavola il 27 Aprile 2011
di Redazione

Un terzo dei prodotti acquistati dagli italiani per Pasqua non è stato consumato. I consigli della Coldiretti per recuperare il cibo

Dei tre miliardi spesi dagli italiani in prodotti alimentari e bevande nella settimana di Pasqua è restato in tavola, nel frigorifero o nelle dispense circa un terzo, pari a circa un miliardo di euro.

Lo stima la Coldiretti che, per salvare dal bidone della spazzatura questo ben di Dio di spesa, suggerisce di preparare polpette, frittate, pizze farcite, ratatouille e macedonia, che sono un'ottima soluzione per utilizzare gli avanzi secondo le preziose ricette tramandate nel tempo in campagna. «Tutte le case dopo il periodo pasquale sono piene di dolci avanzati, pane indurito, agnello non consumato, uova in prossimità di scadenza, salumi e formaggi vari e pezzetti di cioccolato ovunque che, con un po’ di fantasia - sottolinea la Coldiretti -, possono essere recuperati con gusto. I piatti antispreco del dopo Pasqua - precisa la Coldiretti - sono tanti e per prepararli basta solo un pò di creatività. La colomba, per esempio può essere consumata a colazione magari ripassandola in forno per renderla più croccante, le diverse pizze rustiche possono diventare un ottimo antipasto dei giorni successivi e il vino avanzato può essere utilizzato in cucina per insaporire e sfumare diversi piatti». Per valorizzare l'agnello rimasto in tavola «si può sicuramente ricorrere a diversi escamotage, quello al sugo può essere avvolto da verdure come i cardi e poi ripassato al forno, quello arrosto può essere miscelato con l'aiuto di un mixer a uova, pane duro, parmigiano e prezzemolo per ricavare delle squisite polpette da passarle nel pangrattato e cuocere in forno». Con il cioccolato avanzato, invece, «si possono fare degli ottimi ciambelloni, molto graditi ai bambini, basta scioglierlo a bagnomaria e aggiungerlo all'impasto della torta». E tutte le verdure grigliate o ripassate in padella - continua la Coldiretti - possono essere «amalgamate in squisite frittate con l'aggiunta di salame e residui di formaggi o trasformate in ottime ratatouille, sempre valide per arricchire un bel pranzo». Recuperare il cibo «è una scelta di sobrietà che - secondo la Coldiretti - fa bene all'economia e all'ambiente con una minore produzione di rifiuti. Una usanza molto diffusa nella cucina italiana, che nel passato ha dato origine a piatti diventati simbolo della cultura enogastronomica del territorio come - conclude la Coldiretti - la ribollita toscana, i canederli trentini, la pinza veneta o, al sud, la frittata di pasta o le braciole di carne, gli squisiti involtini ottenuti dal roastbeef avanzato con l'aggiunta di salame e formaggio».

C.d.G.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Antonio Zaccardi

Pashà Ristorante

Conversano (Ba)

4) Provola affumicata dessert

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search