Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Vini e territori il 08 Giugno2011

Oltre ai vini prodotti in Maremma e Barolo un altro exploit dell’azienda in Alto Adige. Tratto da http://myslowburninglife.blogspot.com/

Ancora sul lavoro che sta portando avanti Tenute Costa. Una delle vigne che sono state prese in cura dalla famiglia è in Valle Isarco, Alto Adige, a duecento metri dal castello di San Valentin, nell'area di San Michele Appiano.

Si tratta del "maso chiuso" Lahnhof. Pochi ettari, circa tre, per il momento. I bianchi prodotti sono davvero eccellenti. Carlo Ferrini come consulente e Stefano Malchiodi sul campo, sono riusciti a mettere in bottiglia, nel caso del Sauvignon Blanc 2010, tutte quelle caratteristiche che al meglio si attendono da questo particolare vitigno. Subito le note di foglia di peperone, erba falciata e ortica, fiori di bosso per poi evolvere in lieve speziatura e frutti tropicali dove l'acidità recita un buon ruolo senza mai invadere il campo gustativo. Non voglio fare del sensazionalismo, ma un vino quadrato, ben diretto verso il suo obiettivo, equilibrato con un accattivante colore giallo carico che ricorda la buccia della susina selvatica in piena maturazione. Andrea e Luca Costa stanno giocando una gran bella partita. Oltre ai vini prodotti in Maremma e Barolo questo è l'ennesimo convincente exploit dell'azienda.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Luca Lacalamita

Lula pane e dessert

Trani (Bt)

2) Pane di segale

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search