Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Vini e territori il 20 Novembre2017

Il press tour organizzato dal comune di San Ferdinando di Puglia, nel basso Tavoliere, per far conoscere e apprezzare questa varietà di carciofo, detta anche francesina, dalle proprietà benefiche


(Il gruppo di giornalisti che ha preso parte al press tour)

di Annalucia Galeone, San Ferdinando di Puglia (Barletta-Andria-Trani)

La Puglia ha mille volti, per conoscerla davvero occorre spingersi oltre le classiche mete. Per valorizzare il proprio territorio la giovane amministrazione di San Ferdinando di Puglia, comune del basso Tavoliere ha organizzato un press tour dedicato a sua maestà il carciofo violetto di Provenza detto anche francesina. 

Da 57 anni è il protagonista della fiera nazionale che si tiene ogni anno. Una prelibatezza originaria della Francia meridionale. Il comparto ortofrutticolo è il fiore all'occhiello e trainante dell'economia locale. San Ferdinando è il secondo produttore di pesche in Italia e uno dei maggiori produttori di uva da tavola con semi. Di buon mattino, dopo un'ottima colazione a base di marmellate e torta di mele, rigorosamente fatte in casa, si parte da masseria Montegusto. Siamo ai piedi del castello di Federico II a Castel del Monte. E' annoverato dall'Unesco come patrimonio dell'umanità. Alzare lo sguardo e non rimanere suggestionati dall'imponenza delle dimensioni, dall'armonia delle forme è impossibile. 

La visita ci conduce a cava Cafiero, nel Parco regionale del fiume Ofanto, in contrada San Samuele a San Ferdinando. Si estende su una superficie di 10 ettari. Fino agli anni ’60 si estraeva un pregiato marmo locale: il Gran Marrone. Dopo l'abbandono il frantoio in legno e ferro è divenuto un reperto di archeologia industriale, l'area è stata colonizzata dalla vegetazione. Guidati dall'erbosofo Felice Tanzarella abbiamo osservato le tante varietà: timo, puleggio, nepetella, cappero, asfodelo, urginea, asparago, pero selvatico, pino d’aleppo, ciliegio selvatico, leccio, biancospino, fillirea e lentisco. In primavera fioriscono sette specie di orchidee  appartenenti ai generi Orchis, Serapias e Ophris.

L'oasi naturalistica ha tutte le caratteristiche per ospitare un centro con percorsi erboristici e mettere in scena un festival dedicato alle erbe spontanee con escursioni, convegni e laboratori di cucina. La sosta tra le montagne di sale alla Salina di Margherita di Savoia e alla zona umida più grande dell'Italia centro meridionale è una tappa obbligata. Si producono dai 5 ai 7 milioni di sale all'anno e ospita oltre cento specie di uccelli. Nei mesi invernali l'avifauna conta 40 mila individui tra anatre, fischione, volpoca, codone ma soprattutto il fenicottero rosa che nell'ultimo decennio ha colonizzato la salina con oltre 5 mila esemplari conferendo al paesaggio un fascino esotico e colorato. Un vero e proprio paradiso. L'ingresso è gratuito, la prenotazione obbligatoria. E' necessario essere muniti di un mezzo proprio, il percorso può variare dai 10 ai 20 chilometri a seconda delle esigenze. 

Ai wine-lover segnaliamo la Biocantina Giannatasio, una giovane reltà imprenditoriale a Trinitapoli. I loro vini hanno accompagnato i cooking show di Pietro Zito e Felice Sgarra dal tema "Carciofo, tradizione e innovazione. Eccellenti si può". A breve verrà inoltrata la richiesta al Ministero per le Politiche Agricole e Forestali per il riconoscimento Igp.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Luca Lacalamita

Lula pane e dessert

Trani (Bt)

1) Tartelletta di stagione

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search