Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

I volti non noti
del vino siciliano

"È l'unica persona che può gestire l'azienda mentre noi siamo al Vinitaly". Così Licia Cardillo Di Prima, scrittrice e moglie di Gaspare titolare dell'azienda di Sambuca di Sicilia (Agrigento), ha descritto Martino Armato, un cantiniere aiuto enologo di 48 anni. Uno dei tanti che fanno parte del mondo "dietro le quinte" del vino. Uno dei tanti che, anche se non sono in prima linea, contribuiscono al raggiungimento degli obiettivi aziendali.

A pochi giorni dalla pubblicazione del suo libro Eufrosina, edito da Dario Flaccovio, la manager-scrittrice non dimentica anche il capo operaio, Francesco Cacioppo, 65 anni, che rappresenta la memoria storica dell'azienda, colui che "sa tutto su ogni singola pianta e ricorda anche i confini dei 37 ettari di vigneto, che ha nel tempo impiantato di persona".
La forza dell'azienda agricola Milazzo di Campobello di Mazara (Agrigento) è principalmente dovuta invece a Giuliano Melluzza, ragioniere che si occupa degli aspetti amministrativi, e Giuseppe Fucà, agrotecnico che segue i lavori in vigna. "Entrambi sono under 40 - spiega Saverio Lo Leggio, in prima linea nel management aziendale - e su tutti e due si può fare affidamento anche al di fuori degli orari di lavoro. Difficile scegliere chi tra i due sia più indispensabile per l'azienda".
Non ha dubbi invece Giovanni Lanzara, patron dell'omonima maison. "Il nostro giovane enologo Alessandro Giarraputo vive l'azienda come se fosse sua e spesso non va neanche in ferie", precisa Lanzara, "gestisce la squadra in cantina e il personale che cura i vigneti in modo da avere risultati omogenei in entrambi i livelli". E intanto Settesoli ha fatto delle "seconde file" il cavallo di battaglia di questa edizione del Vinitaly, allestendo il proprio stand con i volti di 100 dei circa 2000 conferitori della Cantina sociale di Menfi.
Ma c'è anche chi non da nomi e cognomi, sottolineando l'importanza della squadra. "È importante il lavoro di chi lava la botte, così come quello di chi risponde al telefono o di chi lavora in vigna o nella comunicazione, ma è fondamentale che tutti si lavori per lo stesso scopo, ovvero portare e mantenere all'antico successo i marchi Duca di Salaparuta e Florio", spiega Carlo Casavecchia, enologo di Vini Corvo, azienda che conta oltre 130 operai in cantina e 50 in vigna.
Per Vito Catania, della Gulfi di Chiaramonte, azienda che produce circa 220 mila bottiglie, "neanche il titolare è una persona chiave senza la propria squadra". Se poi la squadra è giovane è anche meglio. Secondo Alberto Cusumano, "la forza dell'azienda è data dai giovani che stanno dietro le quinte e che lavorano in sinergia tra loro". Un esempio: Mario Romeo, enologo 35enne, piemontese ma col cuore siciliano, che ha deciso di sposare assieme agli altri giovani dell'azienda, la stessa filosofia aziendale. 
 

Annalisa Ricciardi

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Isa Mazzocchi

Ristorante La Palta

Frazione Bilegno - Borgonovo Val Tidone

2) Raviolo di ravioli in sei stagionature di Parmigiano Reggiano

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search