Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Vinitaly 2020 il 27 Febbraio2020


Tutti d’accordo (o quasi) gli stakeholder di Vinitaly: la manifestazione è stata confermata per la terza decade di aprile (dal 19 al 22).

Il coronavirus ha stravolto tutto ma “l’Italia deve inviare un messaggio al mondo che non è preoccupata” dichiara Riccardo Ricci Curbastro, presidente di Federdoc. Tra i partecipanti alla conference call di ieri mattina a Verona c’era anche chi proponeva di soprassedere per almeno una settimana al fine di verificare gli sviluppi sanitari. “Sì – conferma Ricci Curbastro – c’era qualche presidente che ha fatto questa proposta, ma quella poi adottata non esclude che tra una settimana o due si possa rivedere la decisione se accadesse qualcosa di grave”.

Assolutamente convergente anche Federvini. “Siamo talmente convinti che da ieri il comunicato di Veronafiere sulla conferma di Vinitaly campeggia sulla home del nostro sito – dichiara Ottavio Cagiano de Azevedo, direttore di Federvini –. Non c’erano elementi sufficienti per il rinvio della manifestazione e non saprei perché qualcuno ha manifestato un orientamento diverso. Alla fine non è scolpito nella pietra che non si possa ritornare sui nostri passi se lo scenario subisse forti cambiamenti”.

Sì convinto anche da Giorgio Mercuri, presidente di Alleanza cooperative agroalimentari: “Siamo convinti che Vinitaly non possa slittare e non possa arrivare dopo le altre manifestazioni europee. Oltre tutto se rinviassimo tutti gli eventi sembrerebbe un’ammissione di difficoltà interna. Abbiamo dato la nostra disponibilità ad andare avanti e abbiamo concordato di rivederci tra 10-15 giorni se ci fossero novità rilevanti”.

Paolo Castelletti, direttore di Unione italiana vini, spiega che “Uiv si è detta d’accordo sulla conferma di Vinitaly nella terza decade di aprile, tuttavia abbiamo chiesto una data limite oltre la quale si assuma una decisione finale che sia di conferma, rinvio o cancellazione. Ci sono aspetti organizzativi che non si risolvono in una settimana. Anche per Vinitaly. Siamo d’accordo di monitorare la situazione, anche perché Verona è al centro di due focolai di coronavirus e speriamo che non si registrino casi a Verona”. Qual è la data limite? “Credo ci sia una sorta non dico di cabina di regia, ma c’è l’impegno a stretto giro di valutare eventuali situazioni”.

Anche il ministro Teresa Bellanova ha manifestato apprezzamento per la decisione di Veronafiere e degli stakeholer. In un tweet ha scritto: “Condivido la scelta di confermare Vinitaly. La difficoltà che vive il nostro agroalimentare va affrontata con scelte capaci di dare nuova forza alle imprese e ristabilire la serenità e la fiducia dei cittadini e di chi si impegna per valorizzare e promuovere il made in Italy”.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Luca Abbruzzino

Ristorante Abbruzzino

Catanzaro

1) Riso, grasso di pecora affumicato, pecorino crotonese, bergamotto e spezie

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search