Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'azienda il 18 Luglio2012


Vigneto della cantina

Sulle pendici dell'Etna nascerà un vino dolce.

 Ancora massimo riserbo su vitigno o metodo di lavorazione. L'idea è della proprietà  di Tenuta Monte Gorna, azienda con sede a Leonforte, in provincia di Enna, ma con i vigneti tra Trecastagni e Santa Venerina, all'interno del Parco dell'Etna. Recentemente ha conquistato il Premio Douja d'Or, bollino autorizzato dal Ministero delle Politiche agricole e Forestali, al concorso promosso dalla Camera di Commercio di Asti con la collaborazione tecnica dell'Onav tenutosi ad Asti. E' la seconda medaglia, una ottenuta l'anno scorso con l'Etna Rosso Doc 2009, questa volta andata all'Etna Bianco 2010. Una prova superata egregiamente in un confronto ad altissimo livello.  Il "Premio Douja d'Or" adotta infatti punteggi particolarmente rigorosi che richiedono ai vini il possesso di caratteristiche di elevata qualità. Gli Enti Organizzatori hanno operato precise scelte per il rispetto assoluto della qualità per offrire al consumatore attendibili punti di riferimento. I vini che alle selezioni raggiungono un punteggio superiore ai 90/100 vengono ulteriormente premiati da una speciale commissione di tecnici che, in relazione alle loro eccellenti caratteristiche qualitative, attribuisce loro il prestigioso riconoscimento dell' "Oscar della Douja d'Or".

A conquistare la giuria i sapori e profumi di quell'angolo di territorio. Valori che l’azienda diretta da Rosario Licciardello ha scelto di non “modificare”, barricando i suoi vini per periodi limitatissimi: tre/quattro mesi al massimo. "È una scelta ben precisa – dice Licciardello – una filosofia della nostra piccola azienda, nata tanti anni fa con mio padre, ma rivoluzionata una decina di anni fa". Rosario, infatti, ha espiantato i vecchi vitigni, piantandone di nuovi. Quest’anno le Tenute Gorna hanno avviato l’imbottigliamento del 2011, scegliendo anche di modificare l’etichetta del rosso. "Scelta non facile in un periodo così difficile -spiega Licciardello. E con questo sono cinque gli anni accertati di produzione. «In queste zone la concorrenza è spietata – dice Rosario – Ci sono 150 aziende che producono vini ed è difficile resistere alle tentazioni di mercato. Noi, però, continueremo con la produzione esclusiva della Doc". Una Doc storico, certificato oltre 40 anni fa. E le Tenute stanno tentando la conquista non solo del mercato regionale, ma anche di quello nazionale ed internazionale. In Italia l’azienda vende in Piemonte, Lazio, Campania e Lombardia. Buoni i contatti con alcuni paese europei. Nei suoi 3,5 ettari di terreno, Licciardello  ha poi pensato alla novità da proporre per conquistare altre fette di mercato. Svela solo che si tratta di un vino dolce e puntualizza: "Ma non parlatemi di ricerche speciali. Sono costose ed in questo momento non le possiamo fare". Si affidano solo alle intuizioni ed al “fiuto” ottenuto in tanti anni di lavoro. 

Giorgio Vaiana


Tenuta Monte Gorna
via Mercede, 20
94013 Leonforte (En)
www.tenutamontegorna.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Paolo Barrale

Aria Restaurant

Napoli

4) Vino e percoche

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search