Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Mimmo de Gregorio il 11 Marzo 2013
di Redazione

Mimmo De Gregorio
Lo Stuzzichino
Sant'Agata sui due Golfi (Na)

Ingredienti per 6 persone
200 g di pasta spezzata mista (munnezzaglia)
2 patate
120 g di provolone del monaco di media stagionatura (circa sei mesi)
1 cipolla
1 costa di sedano
60 g di olio extravergine di oliva
un rametto di rosmarino
sale

Un pieno di carboidrati e amidi: la summa della cucina povera napoletana, che per l'occasione ripulisce virtuosamente la dispensa dagli avanzi di pasta mista, opportunatamente spezzettati. L'ingrediente che fa la differenza e' la qualita' del provolone come pure la pasta. Al monaco non far sapere quant'e buono il provolone con le pere il provolone prodotto sui monti lattari raggiungeva il mercato di Napoli via mare, trasportato in barca dai contadini che per proteggersi dalla brezza.
Indossavano dei grandi mantelli di juta che li facevano sembrare dei monaci, soprannome con cui erano apostrofati al mercato. di qui il nome: il provolone del monaco. Per sviluppare l'aroma leggermente piccante, dolce e grasso, deve stagionare almeno sei mesi in una grotta di tufo.

Preparazione
Tritate grossolanamente la cipolla e il sedano, rosolateli in una casseruola con l'olio; aggiungete le patate pelate e tagliate a cubetti, irrorate con una tazza di acqua, regolate il sale e cuocete per circa 15 minuti.
Unite altra acqua; fate bollire e calcolate cinque minuti di cottura dal bollore; versate la pasta e portatela a cottura avendo cura che la minestra risulti abbastanza densa.
Tagliate 12 spicchi di provolone e grattuggiate il resto; aggiungete alla minestra il provolone grattuggiato, mescolate bene e servite decorando ogni porzione con due spicchieti di provolone e un ciuffetto di rosmarino

Mimmo De Gregorio
Lo Stuzzichino
Sant'Agata sui due Golfi (Na)

Ingredienti per 6 persone
200 g di pasta spezzata mista (munnezzaglia)
2 patate
120 g di provolone del monaco di media stagionatura (circa sei mesi)
1 cipolla
1 costa di sedano
60 g di olio extravergine di oliva
un rametto di rosmarino
sale

Un pieno di carboidrati e amidi: la summa della cucina povera napoletana, che per l'occasione ripulisce virtuosamente la dispensa dagli avanzi di pasta mista, opportunatamente spezzettati. L'ingrediente che fa la differenza e' la qualita' del provolone come pure la pasta. Al monaco non far sapere quant'e buono il provolone con le pere il provolone prodotto sui monti lattari raggiungeva il mercato di Napoli via mare, trasportato in barca dai contadini che per proteggersi dalla brezza.
Indossavano dei grandi mantelli di juta che li facevano sembrare dei monaci, soprannome con cui erano apostrofati al mercato. di qui il nome: il provolone del monaco. Per sviluppare l'aroma leggermente piccante, dolce e grasso, deve stagionare almeno sei mesi in una grotta di tufo.

Preparazione
Tritate grossolanamente la cipolla e il sedano, rosolateli in una casseruola con l'olio; aggiungete le patate pelate e tagliate a cubetti, irrorate con una tazza di acqua, regolate il sale e cuocete per circa 15 minuti.
Unite altra acqua; fate bollire e calcolate cinque minuti di cottura dal bollore; versate la pasta e portatela a cottura avendo cura che la minestra risulti abbastanza densa.
Tagliate 12 spicchi di provolone e grattuggiate il resto; aggiungete alla minestra il provolone grattuggiato, mescolate bene e servite decorando ogni porzione con due spicchieti di provolone e un ciuffetto di rosmarino


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search