Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il vino della settimana il 20 Luglio 2019
di C.d.G.

di Federico Latteri

Ci troviamo a San Gimignano, comune della provincia di Siena famoso in tutto il mondo per le architetture medievali, dichiarato dall'Unesco Patrimonio dell'umanità. 

Le sue torri gli conferiscono un fascino unico, creando un panorama ineguagliabile in grado di portarci indietro nel tempo. La storia dell'azienda San Benedetto inizia nel 1826, periodo in cui la famiglia Giannelli gestiva una piccola tenuta con vigna, olivi e bestiame chiamata podere Casaccia. Nel 1975 fu costruita la prima parte della cantina. Durante gli anni successivi furono acquisiti nuovi terreni, venne creata una cantina più grande e furono acquistate attrezzature moderne.


(Andrea e Marco Giannelli)

Dal 1998 l'azienda porta l'attuale nome. I vigneti, 27 ettari in totale, tutti nel territorio di San Gimignano, sono divisi in tre poderi: il più grande in località San Bendetto, un altro in località Strada e il più recente, podere Poggiorotondo, in località Remignoli. Completa la proprietà l'agriturismo Capanna 1826, una struttura suggestiva e accogliente ricavata da una costruzione storica recentemente restaurata.

La filosofia produttiva è rivolta alla qualità ottenuta attraverso il legame con la propria terra, tenendo conto delle metodiche attuali, ma anche degli insegnamenti del passato. Si coltivano varietà a bacca bianca, Vernaccia in prevalenza più altre autoctone e varietà a bacca rossa tra le quali la più importante è il Sangiovese, poi  Colorino, Canaiolo, Ciliegiolo e gli alloctoni Merlot e Cabernet Sauvignon. Il numero delle bottiglie prodotte annualmente oscilla tra 40 e 50 mila. La gamma delle etichette comprende diversi bianchi, rossi e un Vin Santo.

Ci è piaciuta molto la Vernaccia di San Gimignano Docg Riserva 2016, un bianco tipico e ben fatto con buone potenzialità evolutive. E' ottenuto da uve Vernaccia cento per cento provenienti da vigneti esposti a nord ovest, situati ad un'altitudine di 300 metri sul livello del mare su un terreno di medio impasto tendente all'argilloso. La vendemmia viene effettuata dal 15 al 20 settembre. Dopo un'accurata selezione delle uve ha inizio la vinificazione che prevede una brevissima macerazione pellicolare e poi la fermentazione. Quest'ultima si svolge a temperatura controllata in tonneau da 700 litri, dove il vino resta a maturare sulle proprie fecce per circa 18 mesi.

Nel calice la Vernaccia di San Gimignano Riserva si presenta molto limpida, di colore giallo paglierino carico tendente al dorato. Ha un naso delicato con profumi finemente armonizzati di frutta a polpa gialla, fiori di campo, una nota agrumata e un cenno di vaniglia. Il sorso è fresco, dinamico, articolato,  salino e lungo, ma anche intenso, ben strutturato e equilibrato. Ottima la bevibilità, cosa non comune per un bianco con una lunga maturazione in legno. Può essere abbinato a tantissimi piatti della cucina di mare, oppure a zuppe, primi piatti delicati o antipasti a base di verdure e ortaggi.     

Rubrica a cura di Salvo Giusino

San Benedetto
Località San Benedetto, 4/a - San Gimignano (Si)
t. +39 338 1586461 / 338 6958705
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.agrisanbenedetto.com
 

IL VINO IN PILLOLE


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gaetano Torrente

Al Convento

Cetara (Sa)

2) Genovese di tonno

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search