Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il vino della settimana il 25 Settembre2021

Fare vino in Sicilia. Se ti trovi nella parte occidentale è difficile ignorare il Catarratto, il vitigno a bacca bianca più diffuso in assoluto, quello che nel tempo è stato anche più bistrattato, costretto pure a una nuova identità (ora si può chiamare con un sinonimo Lucido).

Nonostante tante traversie il Catarratto è più in forma che mai. Ed è destinato a diventare uno dei player della vitivinicoltura siciliana: già spuntano i primi segnali di attenzione da parte della critica più snob. Quindi aspettiamoci un piccolo risorgimento per questo vitigno. Questa premessa è doverosa per presentare l’azienda Di Bella che proprio sul Catarratto ha deciso di puntare in modo deciso. Ne sentiremo parlare anche perché l’azienda ha avviato importanti sperimentazioni in sinergia con l’università di Palermo coinvolgendo giovani ricercatori. E produce più versioni di Catarratto.

(Sebastiano Di Bella)

I vigneti si trovano tra 400 e 600 metri sul livello del mare. Siamo in contrada Feotto, sulle alte colline che sovrastano Palermo, nel territorio di San Giuseppe Jato dove alcune testimonianze storiche fanno risalire la produzione di vino a circa mille anni fa. Qui l’azienda di Sebastiano Di Bella - produttore nato sull’onda di una passione senza cedimenti e oggi presidente dell’Irvo, l’Istituto Regionale del Vino e dell’Olio - ha trovato un terroir ideale per produrre quel Catarratto di montagna, o di alta collina, se preferite. Ed è ormai certo che proprio l’altitudine può giocare un ruolo determinante. Non solo per i cambiamenti climatici e le estati siccitose. Ma anche perché il Catarratto d’alta quota gioca in scioltezza sull’eleganza, la longevità e la piacevolezza, meglio che altrove. L’azienda può contare complessivamente su dieci ettari di vigneto, una buona parte è nel territorio di Noto, tutti a Nero d’Avola.

Le bottiglie prodotte in totale sono trentamila. Protagonista della nostra rubrica è il Doc Sicilia Catarratto Esperides 2019. Vendemmia solitamente a metà settembre, matura in acciaio. Dal colore giallo paglierino intenso ha profumi di tenue eleganza: fiori bianchi, note di frutta a polpa gialla, pesca, erbe aromatiche, citronella, rosmarino, un tocco di salvia. Il sorso è salino, un pizzico cremoso, e poi fiori, piacevoli sentori di agrumi, sapido nel lungo finale. In abbinamento ideale con tutti i primi a base di pesce, secondi di pesce, anche crostacei, formaggi cremosi, carne bianca senza condimenti decisi. Oppure per dare il via a una cena. Un Catarratto di montagna.

Rubrica a cura di Salvo Giusino

F.C.

Di Bella
Viale delle Alpi, 84 - Palermo
T. 351 6849117
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.dibellavini.it

IL VINO IN PILLOLE 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Massimo Quacquarelli

Ristorante Corteinfiore

Trani

2) Medaglioni di rombo con patata e cicoriella, funghi cardoncelli e pomodorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search