Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il vino della settimana il 18 Luglio 2020
di Giorgio Vaiana

Monferrato Docg

di Federico Latteri

Ferraris Agricola rappresenta oggi il punto di riferimento per il Ruchè, varietà a bacca rossa autoctona che sta attraversando un periodo di rinascita. Ci troviamo in Piemonte, a Castagnole Monferrato, piccolo centro dove la famiglia Ferraris coltiva la vite da quattro generazioni. L'attuale cantina inizia la sua attività nel 2001 grazie a Luca Ferraris che, ultimati gli studi in Agraria, torna al suo paese d'origine, ristruttura l'azienda di famiglia e inizia a lavorare nel segno del Ruchè, varietà su cui punta tutto.

(Luca Ferraris)

Da questo momento la gestione dei vigneti e della cantina viene impostata rigorosamente su criteri rivolti alla realizzazione di un prodotto di grande qualità. Nel 2009 viene ultimata la nuova cantina, un edificio di 1.000 metri quadrati su tre piani nei quali trovano spazio la sezione dedicata alla vinificazione con macchinari all'avanguardia, i locali destinati all'affinamento e la sala degustazione, dalla quale è possibile vedere attraverso una vetrata le varie fasi del processo produttivo.

(Collina Sant'Eufemia)

Nel 2016 Luca Ferraris compra la “Vigna del Parroco”, una parcella con vecchie viti di Ruchè impiantata negli anni '60 dall'allora parroco del paese Don Giacomo Cauda, l'autore del recupero di questo vitigno. E' un vigneto simbolo, l'unico cru del Ruchè di Castagnole Monferrato riconosciuto dal Ministero dell'Agricoltura. La superficie vitata di Ferraris Agricola si estende complessivamente per circa 33 ettari, divisi in vari appezzamenti.

(La cantina)

Oltre al Ruchè vengono coltivati Barbera e Viognier. Si vinificano solo uve di proprietà. Annualmente vengono prodotte 200 mila bottiglie, divise tra le etichette di una gamma composta da diversi Ruchè di Castagnole Monferrato Docg, due Barbera d'Asti Docg e un bianco a base di Viognier. Ci è piaciuto molto il Ruchè di Castagnole Monferrato Docg Clàsic 2019, un rosso aromatico dal carattere autentico e suadente che ben rappresenta l'unicità della tipologia.

E' fatto con uve Ruchè provenienti da vigneti con caratteristiche diverse che si trovano a circa 260 metri sul livello del mare nell'area di Castagnole Monferrato, su suoli costituiti da una combinazione di calcare, argilla e tufo. Le viti hanno un'età compresa tra 8 e 12 anni e sono allevate a guyot singolo. Le rese si attestano intorno ai 70 quintali per ettaro. La vinificazione prevede una fermentazione alcolica della durata di 10-15 giorni che viene effettuata in rotofermentatori a temperatura controllata. La malolattica si svolge in tini di rovere da 54 ettolitri. Il vino matura in botte grande per 9 mesi e poi affina almeno 3 mesi in bottiglia prima di essere immesso in commercio.

Nel calice presenta un colore rosso rubino vivo e brillante, davvero molto bello. E' intenso, variegato e armonico al naso con una decisa impronta floreale fatta di nitidi profumi di petali di rosa che si fondono con sentori di ciliegia matura e fragoline, un cenno di sottobosco e una delicata nota speziata. Il gusto è pieno, rotondo, avvolgente e perfettamente corrispondente con l'olfatto. La percentuale importante di alcol dona morbidezza ed è ben bilanciata dalle altre componenti. Fini i tannini e notevole la persistenza. E' un rosso dotato di un fascino particolare che potrà sorprendervi in abbinamento con la selvaggina, le carni rosse e i formaggi a media e lunga stagionatura. Da sottolineare anche l'ottimo rapporto qualità-prezzo.

Rubrica a cura di Salvo Giusino

Ferraris Agricola
Sp 14 - località Rivi, 7
Castagnole Monferrato (At)
t. 0141 292202
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.ferrarisagricola.com

IL VINO IN PILLOLE 



Commenti   

0 #2 Federico Latteri 2020-07-22 16:48
Grazie per l'attenzione e per la sua domanda.
In effetti anch'io sapevo che nella gamma dei vini c'era il Grignolino, ma l'azienda nel comunicarmi recentemente le etichette commercializzate non lo ha inserito, quindi credo che non venga più prodotto.
Citazione
+2 #1 Josè Pellegrini 2020-07-18 13:22
Conosco vini e vignaiolo, certamente degni di attenzione . La conoscenza nasce da un ipotesi di Grignolino, che non vedo tra i vini. Rinunciato, penso, in nome del + nuovo Rouchè?
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search