Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il vino della settimana il 07 Novembre2020

di Federico Latteri

Mandrarossa nasce nel 1999 dopo un lungo studio di mappatura del territorio che ha permesso di individuare le migliori zone per le diverse varietà di uva.

Ci troviamo a Menfi, lungo la costa sud occidentale della Sicilia, in un'area collinare che degrada dolcemente fino al mare. Il clima caratterizzato da tantissime ore di sole, temperature miti e brezze marine, i suoli di diversa natura (ne sono stati individuati 5 tipi) e la varietà di altitudini e esposizioni creano le condizioni ideali per la coltivazione della vite e per la produzione di numerose tipologie di vini.

La viticoltura qui è sempre esistita, le sue origini si perdono nella notte dei tempi. La filosofia produttiva di Mandrarossa è quella di rappresentare un brand giovane e moderno, puntando alla qualità attraverso la ricerca della combinazione ideale tra terroir e vitigno impiantato. Oggi sono 500 gli ettari di vigneto gestiti, 22 le varietà coltivate e un milione le bottiglie prodotte annualmente.

La gamma di etichette è composta da numerose referenze, divise in diverse linee: la Costadune, composta da monovarietali da vitigni autoctoni, quella dei Classici e Internazionali, quella degli Innovativi e la recente “Storie Ritrovate” con vini di contrada fatti in diversi territori (Menfi, Etna e Pantelleria) che si pongono al vertice della produzione insieme al Cartagho, una selezione di Nero d'Avola proveniente da 3 vigneti.

Il Santannella 2019, inedito blend fatto con il 70 per cento di Fiano più il 30 per cento di Chenin Blanc, nasce dalla volontà di proporre nuove espressioni del territorio siciliano che siano in grado di fornire risultati originali e spesso inaspettati. Le uve provengono da vigneti esposti a sud e sud est, situati ad altitudini comprese tra 200 e 350 metri sul livello del mare.

Le viti, allevate a controspalliera con potatura a guyot, sono piantate su terreni argillosi di medio impasto con una densità di 4 mila-4 mila e 500 ceppi per ettaro. La vendemmia del Fiano viene effettuata durante la seconda settimana di settembre, mentre lo Chenin Blanc viene raccolto a fine agosto. La vinificazione prevede 4-6 ore di criomacerazione ad una temperatura di 5-8 gradi centigradi e poi la fermentazione che si svolge in vasche di acciaio inox per circa 3 mesi. Il Fiano matura in barrique per 4 mesi, lo Chenin Blanc affina 6 mesi in acciaio. Il vino trascorre alcuni mesi in bottiglia prima di essere immesso in commercio.

Versato nel calice, offre un colore giallo paglierino di buona intensità. E' pulito al naso con un profilo prevalentemente fruttato fatto di pesca gialla matura, un cenno di albicocca, richiami di frutta esotica e un tocco di nocciola. Il sorso è strutturato, pieno nel gusto e persistente, ma anche dotato di buona acidità. Coniuga bene consistenza e freschezza. Ottima la corrispondenza con l'olfatto. E' un bianco piacevole nel quale la carica aromatica del Fiano, lo slancio dello Chenin Blanc e il sole della Sicilia si completano in armonia. Può essere abbinato a tanti piatti della cucina di mare, dagli antipasti a base di molluschi e crostacei ai secondi di pesce.

Rubrica a cura di Salvo Giusino

Mandrarossa
Ss 115 - Menfi (Ag)
tel. +39 0925 77111
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.mandrarossa.it

IL VINO IN PILLOLE

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Massimo Quacquarelli

Ristorante Corteinfiore

Trani

2) Medaglioni di rombo con patata e cicoriella, funghi cardoncelli e pomodorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search