Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il vino della settimana il 16 Giugno 2018
di C.d.G.

di Federico Latteri

Qualità, ambiente e territorio sono i cardini della filosofia produttiva di Salvatore Tamburello, viticoltore dalle idee chiare, presente sul mercato da pochi anni con etichette molto interessanti. 

Ci troviamo a Poggioreale, nell’entroterra del territorio trapanese, al confine con la provincia di Palermo. Si tratta di un’area collinare particolarmente vocata per la coltivazione della vite, caratterizzata da un clima soleggiato con notevoli escursioni termiche tra il giorno e la notte. La tenuta, proprietà di famiglia da cinque generazioni, si estende ad un’altitudine di 200 metri sul livello del mare per 24 ettari, di cui circa 12 vitati.

Salvatore ha iniziato produrre vino dalle proprie uve a partire dalla vendemmia 2014. Da subito l’obiettivo è stato quello di mettere in bottiglia i frutti che il territorio dava, rispettandone al massimo l’integrità per avere qualcosa di autentico. L’azienda è biologica certificata. Per le concimazioni si semina il favino a novembre e poi si fa il sovescio in primavera. Si pratica il diradamento dei grappoli e grande importanza viene data alla selezione delle uve in ogni fase.


(Salvatore Tamburello e la sua famiglia)

Per questo motivo le 9.500 bottiglie prodotte rappresentano una piccola parte di quello che si potrebbe ottenere vinificando tutto. Sono diverse le varietà coltivate: Grillo, Catarratto, Nero d’Avola e Trebbiano Toscano. Due i vini, un Grillo e un Nero d’Avola. Degustiamo il Sicilia Doc Grillo 204 2017, un bianco ben riuscito che si distingue per armonia e bevibilità. Il nome del vino, 204, così come accade per l’altra etichetta aziendale, il Nero d’Avola 306, rappresenta il numero della particella catastale su cui insiste il vigneto. Non è una scelta casuale poiché ha il significato di legare il prodotto al territorio nella maniera più precisa possibile.

Le uve Grillo provengono da un vigneto piantato nel 2009 con densità di 4 mila ceppi per ettaro. La vendemmia viene effettuata durante la seconda metà di agosto. Il vino affina in acciaio per 5 mesi e poi in bottiglia per almeno altri 3 mesi. Nel calice si presenta limpido, di colore giallo paglierino abbastanza carico. E’ pulito al naso con variegati profumi di erbe di campo e un cenno di frutta esotica in sottofondo. Segue un palato fresco, articolato e equilibrato con un buon corpo e un’evidente nota sapida. Riesce ad unire una certa consistenza con un profilo dinamico che lo snellisce, rendendo piacevole il sorso. Accompagna bene la cucina di mare. Può essere abbinato a numerosi antipasti e primi piatti, specialmente se a base di verdure o ortaggi. Da provare con i formaggi freschi.  

Rubrica a cura di Salvo Giusino

Salvatore Tamburello
Via Borsellino, 22 - Poggioreale (Tp)
Tel. +39  339 8605865
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.salvatoretamburello.it

IL VINO "IN PILLOLE"


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

2) Gnocchi ripieni di baccalà mantecato, gamberi e spugnole

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search