Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in La curiosità il 22 Febbraio 2021
di Giorgio Vaiana

"E' l'invidia che ti fa parlare"... Quante volte lo abbiamo sentito dire... E ora sono i francesi che lo fanno dire a noi italiani.

Ovviamente si scherza. Perché la notizia è questa: i francesi vorrebbero l'inserimento della baguette, uno dei pani più celebri e famosi nel mondo, nella lista dell'Unesco. Lo scrive il Corriere della Sera. Stiamo parlando del famoso pane trasportato, nelle scende dei più famosi film, sotto l'ascella, con crosta croccante, interno morbido, forma allungata (circa 65 centimetri). Spuntino rigorosamente da consumare — almeno una volta nella vita — negli incantevoli vicoli parigini, ma famoso in tutto il mondo. "Per le leggi nazionali la baguette è già il pane della tradizione: un decreto del 1993 (Le Décret pain) stabilisce che un’autentica baguette deve essere, legalmente, fatta a mano, con soli acqua, farina di grano, lievito e sale, e venduta nello stesso luogo in cui si trova il forno - si legge nell'articolo del Corriere - Entrare nella lista Unesco sarebbe un’ottima soluzione, secondo i fornai francesi, per proteggere maggiormente un prodotto artigianale in constante lotta contro l’industrializzazione. Che ne preferisce varianti surgelate e spesso lo sostituisce con surrogati non all’altezza. La proposta è sul tavolo del presidente Emmanuel Macron che, insieme al ministro della Cultura Roselyne Bachelot, dovrà scegliere entro metà marzo un solo candidato fra tre, da presentare alla commissione Unesco. E in questa piccola competizione interna, i rivali della baguette sono i tetti di zinco parigini e una festa vinicola dell’est della Francia (la festa del vino di Arbois)". Insomma la baguette come la pizza. Solo che il nostro prodotto è entrato a far parte della lista Unesco nel 2017. Ora la Federazione dei fornai d’Oltralpe sta spingendo la candidatura, sottolineando l’importanza culturale di una tradizione che potrebbe scomparire.

C.d.G.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Donato De Leonardis

Don Alfonso San Barbato

Lavello (Pz)

4) Ti porto al cinema

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search