Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in La manifestazione il 22 Aprile2018


(Elvira Trimeloni e Leandro Luppi - ph Canio Romaniello)

di Michele Pizzillo

La storia può cominciare con il classico due amici al bar – in questo caso campo neutro - altrimenti si può pensare all’albergo, il Meridiana, proprietà della donna della coppia protagonista, Elvira Trimeloni oppure il ristorante, la Vecchia Malcesine, di proprietà dell’altro protagonista, Leandro Luppi, che si guardano negli occhi e subito decidono di fare qualcosa per sostenere e magari incrementare i flussi turistici verso le sponde del Lago di Garda e, contestualmente, cercare di studiare una comune strategia per le tre regioni che si affacciano sullo specchio d’acqua (Lombardia, Veneto e Trentino), sfruttando luoghi, gusti e profumi del lago, ma rivisti e interpretati da alcuni dei più importanti chef italiani.

Idea fantastica. Oltretutto aperta a chi non opera in zona. Ma, realizzabile? Trimeloni e Luppi, probabilmente anche consci di essere dei buoni aggregatori, sono convinti di riuscirci e, così, si mettono subito al lavoro per coinvolgere i più validi chef delle contrade gardesane in questo loro  progetto, con molti tratti innovativi come quello di aprire le proprie cucine a colleghi provenienti da altre regioni d’Italia. Nasce, così, il format Fish&Chef che, anche per il nono appuntamento, è un percorso gourmand in sei tappe sulle tre sponde del Garda, alla scoperta dei prodotti del lago e del territorio circostante (pesce d’acqua dolce ma anche vini, olio extravergine d’oliva, la pregiata carne di Garronese veneta), attraverso le interpretazioni di grandi chef della cucina contemporanea. Che, per questa edizione, la nona dalla fondazione, sono Matteo Rizzo, del ristorante Il Desco di Verona, che domenica 22, aprirà le danze della  IX edizione di Fish&Chef; seguito da Claudio Melis del ristorante In Viaggio di Bolzano, da Anna Corradi della Locanda Vecchia Pavia al Mulino della Certosa di Pavia. Gli ultimi due appuntamenti vedranno in scena Tery Giacomello del ristorante Inkiostro di Parma e Alessandro Gilmozzi, del ristorante El Molin di Cavalese. Mentre il gran finale, venerdì 27 aprile, è affidato ad alcuni chef del Dream Team, 

 che si è venuto a creare in questi ultimi anni per farne di Fish&Chef la vera espressione della cucina gardesana e composto dai cuochi del territorio più coraggiosi e visionari, interpreti di un’innovativa cucina contemporanea. Ma, spiega Luppi, più che chef “siamo un gruppo di amici affiatati che divertendosi, vive l’appuntamento annuale di Fish&Chef come la possibilità di crescere, confrontarsi e riscoprirsi. In una parola, di evolversi per valorizzare tutto il Lago di Garda, addirittura superando i confini amministrativi di tre regioni”. Infatti, nei piatti che gli chef ospiti proporranno durante le sei cene itineranti, che si svolgeranno nei ristoranti veronesi di Costermano sul Garda (La Casa degli Spiriti), Garda (Regio Patio dell’Hotel Regina Adelaide) e Malcesine (Bellevue Sanlorenzo Hotel); bresciani di Gardone Riviera (Grand hotel Fasano) e Calvagese della Riviera (Palazzo Arzaga) e la trentina di Riva del Garda (Lido Palace), location che darà l’avvio alla IX edizione del format ideato da Elvira Trimeloni e Leandro Luppi che a conferma dell’importanza che ha per la valorizzazione del territorio gardesano, protagonisti sono i prodotti del comprensorio gardesano, tant’è il format può contare sul sostegno del Consorzio Garda doc, che comprende i territori delle denominazioni Valtènesi, San Martino della Battaglia, Lugana, Colli Mantovani, Custoza, Bardolino, Valdadige, Valpolicella, Durello e Soave; e la Guida Michelin come special partner.

Così, quello che dieci anni fa era visto come format passeggero perché frutto di una sorta megalomania di qualcuno che voleva mettersi in mostra, invece si è rivelato per quello che effettivamente volevano Elvira e Leandro “un format longevo e al tempo stesso sempre giovane e sempre in crescita – sottolinea Laura Gobbi, che ha firmato il progetto 2018 titolato evoluzione – perché è un racconto, è il senso del percorso personale che gli ideatori della manifestazione hanno intrapreso in questi anni”. Bastano alcuni dati per averne la conferma: 90 chef provenienti da tutta Italia coinvolti in 9 anni di attività, 44 location selezionate per le cene itineranti, 6.800 bottiglie di vino, 4.800 chili di carne garronese veneta e 7.500 chili di pesca d’acqua dolce consumati. 

Gli appuntamenti di Fish&Chef 2018 sono, oggi, 22 aprile a all’Hotel Lido Palace di Riva del Garda per la serata inaugurale con lo chef Matteo Rizzo. Lunedì 23 presso La Casa degli Spiriti di Costermano sul Garda con lo chef Claudio Melis. Martedì 24 con Anna e Oreste Corradi al Grand Hotel Fasano di Gardone Riviera. Mercoledì 25, al ristorante Regio Patio dell’Hotel Regina Adelaide di Garda con Terry Giacomello. Giovedì 26 a Palazzo Arzaga di Calvagese della Riviera con Alessandro Gilmozzi e, venerdì 27, all’Hotel Bellevue Sanlorenzo di Malcenise per la cena di arrivederci all’edizione numero 10, ad aprile del 2019. La partecipazione ad una cena costa 85 euro.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Elio Mariani

Checchino dal 1887

Roma

1) Trippa alla romana

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search