Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in La novità

La sua è un’arancina integrale, forse l’unica a Palermo, che nasce dalla passione per il riso “che deve rimanere sgranato, integro e mantenere la sua consistenza”.

Nello Occhipinti, chef di Verdechiaro, gastronomia gourmet in via Alessi a Palermo, all’arancina dedica normalmente un giorno alla settimana, il venerdì, durante il quale ne prepara cinque varianti che seguono perlopiù la stagionalità degli ingredienti. In occasione di Santa Lucia, però, la proposta gastronomica aumenta spaziando dai gusti classici, al vegano, al vegetariano.

(5 formaggi e prosciutto cotto)

“La nostra base è sempre un riso integrale che aromatizziamo con chiodi di garofano che condiremo in sette varianti”, spiega lo chef. Domenica, dunque, al banco di Verdechiaro sarà possibile trovare quella al ragù di Cinisara; quella ai cinque formaggi (primintio, caciocavallo, primosale, mozzarella e tenero belmontese) e prosciutto cotto siciliano; la variante con carciofi, zucca, piselli e crema di pistacchi; la spinaci, scorza di limone e crema di tofu; quella con ragù di soia e piselli e la versione con riso nero, sarde e finocchietto.

(Spinaci, scorza di limone e crema di tofu)

“Stiamo molto attenti alla selezione delle materie prime – spiega -, facciamo la panatura con pane di tumminia, friggiamo con olio di semi di girasole alto oleico e soprattutto realizziamo tutta la produzione, tra le 4 e le 5 mila arancine sono per il giorno di Santa Lucia, senza congelarle o abbatterle. Abbiamo scelto di lavorare solo con il fresco e vogliamo rispettare la nostra filosofia”. Il costo è di 2,50 a pezzo per tutte le varianti, tranne quella con riso nero che costa 4 euro. Su ordinazione fatta in anticipo, è possibile anche avere arancine senza glutine con panatura di farina di mais.

C.M.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Donato De Leonardis

Don Alfonso San Barbato

Lavello (Pz)

4) Ti porto al cinema

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search