Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Contributors

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano

Roberto Chifari

Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco

Annalucia Galeone
Federica Genovese

Clarissa Iraci

Francesca Landolina

Federico Latteri
Irene Marcianò

Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi

Clara Minissale

Fiammetta Parodi

Geraldine Pedrotti

Stefania Petrotta

Michele Pizzillo

Fabiola Pulieri
Enzo Raneri

Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita

Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione
eventi
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Nomine il 14 Settembre 2016
di C.d.G.

Patrizio Cencioni, Fabrizio Bindocci, Andrea Machetti, Remo Grassi ed Emanuele Bartolommei: ecco i nomi di 5 dei 7 consiglieri, quelli nominati dal Consorzio del Vino Brunello di Montalcino, che faranno parte del direttivo della “Fondazione Territoriale Brunello di Montalcino”, costituita con atto notarile nel maggio 2016 e creata con l’obiettivo di finanziare progetti di sviluppo territoriale.

Retta, in questi mesi di passaggio, da un comitato di pilotaggio – guidato dall’ex presidente del Consorzio, Fabrizio Bindocci, l’ex vicepresidente e promotore del progetto Bernardo Losappio e dal sindaco di Montalcino, Silvio Franceschelli – con il compito di redigere lo statuto della Fondazione e guidarla, per il prossimi 6 mesi, verso il consiglio direttivo, è in attesa della nomina che, da statuto, spetta al sindaco di Montalcino, Silvio Franceschelli (egli stesso membro del cda e nel board, in veste istituzionale e senza alcun ruolo politico) e che verrà nominato nella seduta del Consiglio Comunale (in calendario la prossima settimana), quando verrà accettata formalmente la partecipazione alla Fondazione.

Nata con lo scopo di finanziare progetti di sviluppo per Montalcino ed il suo territorio, la “Fondazione Territoriale Brunello di Montalcino” reperirà le risorse da destinare alla causa attraverso il contributo volontario dei produttori, quantificabile in 1-2 centesimi a bottiglia, o meglio a “fascetta”, che, secondo le prime stime, consentirebbe di ottenere un budget iniziale di 150-200.000 euro all’anno. I contributi non saranno distribuiti a pioggia ma, di anno in anno, puntando su progetti e idee concrete e ben delineate.

La Fondazione prende, dunque, forma e si avvia ad iniziare il suo percorso verso il sostegno della crescita del sistema economico e sociale di Montalcino; una cosa, però, risulta, oggettivamente, “eccentrica”: l’ideatore-promotore e primo sostenitore del progetto, Bernardo Losappio, è stato clamorosamente escluso dal direttivo, e, quindi, non potrà dare il suo contributo all’evoluzione della Fondazione.

C.d.G.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search