Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 48 del 14/02/2008 il 14 Febbraio 2008
di Emanuele Di Bella
    LA RICERCA


nerello_hp.jpgRealizzati dai biologi dell’Istituto vite e vino dei cloni di Mascalese, da cui nasceranno delle barbatelle. E il prossimo anno sarà disponibile “materiale di base” di Catarratto bianco comune, Nocera, Carricante e Moscato di Noto


Luce sul Nerello

Un altro colpo messo a segno dai biologi dell’Istituto regionale della vite e del vino. Dopo alcune sperimentazione portate avanti negli ultimi anni, infatti, è stato realizzato un clone di Nerello mascalese, grazie al quale, per via di un protocollo d’intesa firmato fra l’Irvv, l’Ente di sviluppo agricolo del Friuli Venezia Giulia (Ersagricola) e il dipartimento di Scienze e tecnologie fitosanitarie dell’Università di Catania, saranno create delle barbatelle destinate ai vivai.
La conseguenza diretta è che chiunque potrà comprare le piantine che l’ente “moltiplicatore”, l’Ersagricola spa friulana, metterà a disposizione dei vivaisti siciliani. Si tratta di 595 piante denominate Nerello Mascalese clone NF5 chimelia.jpg ne sia interessato potrà richiedere il materiale entro il 29 febbraio direttamente all’Ersagricola, Azienda agricola Pantianicco – Beano di Codroipo (Udine) (mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.). Mentre per il prossimo anno la squadra guidata da Vincenzo Melia renderà disponibile altro “materiale di base” delle varietà Catarratto bianco comune, Nocera, Carricante e Moscato di Noto.
Il Nerello mascalese è una sottovarietà, che si pensa abbia avuto origine sulle pendici vulcaniche dell'Etna nella piana di Mascali. Negli anni Cinquanta questo vitigno veniva coltivato nelle province di Messina e di Catania. Negli anni Ottanta si era diffuso per tutta la Sicilia, diventando la seconda varietà più piantata (dopo il Nero d’Avola). Le sue uve vengono raramente vinificate da sole, ma sono una componente importante di molte doc della regione. Oggi il Nerello mascalese è considerato un complesso di popolazioni clonali molto eterogenee, la cui resa è fortemente condizionata dal versante in cui è coltivato, dal sistema di allevamento (le rese, inversamente proporzionali alle qualità organolettiche e alla concentrazione degli acini, si alzano utilizzando nell’ordine alberello, controspalliera e tendone), dalla densità dell’impianto e dalle pratiche colturali impiegate.
Ma i cloni di Nerello non sono il primo esempio di sperimentazione ad altissimo livello per l’Istituto vite e vino. È noto il successo dei lieviti autoctoni del Nero d’Avola, e poi di un ceppo di lieviti per i bianchi, realizzati dall’Irvv e commercializzati dalla Bio Springer, la multinazionale francese.


Marco Volpe

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Donato De Leonardis

Don Alfonso San Barbato

Lavello (Pz)

3) Faraona ripiena con il suo filetto tartufato e verza

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search