Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Paolo Barrale

Candele alla Genovese
con cipolla ramata di montoro

Paolo Barrale
Ristorante Marennà
dei Feudi San Gregorio
Sorbo Serpico (Av)

Ingredienti per 4 persone
350 gr candele spezzate
1 Kg di cipolla ramata
100 gr  di puntine di maiale
100 gr  di muscolo di maiale
100 gr  di guanciola di vitello
1 cucchiaio di strutto
1 carota
1 stecca di sedano
10 bacche di pepe in grani
1 foglia di alloro
1 pezzo di cotenna di prosciutto
1 pezzo di crosta di parmigiano
1 bicchiere vino rosso
1 bicchiere vino bianco

Procedimento
Salate e pepate le carni. Lasciate fondere  in un tegame capiente lo strutto con un cucchiaio di olio d'oliva, rosolate le carni lentamente per almeno 10 mn ed unite la carota e il sedano tagliato a pezzi.
Bagnate con il vino a più riprese ed unite le cipolle affettate sottilmente,la cotenna, l'alloro, il pepe in grani e coprite con acqua a coprire. Fate sobbollire per almeno 4 ore. Togliete le carni e lasciate restringere per altre 2 ore con la scorza di parmigiano. Cucinate la pasta al dente e mantecate in padella a bordo fiamma, gustate di sale e pepe . Impiattate la pasta e servitela con la carne e una manciata di parmigiano stravecchio e un spolverata di pepe.

Soffiato alle nocciole,
ghiacciata di ricotta e pere pralinate,
cialde alle nocciole

Paolo Barrale
Ristorante Marennà
dei Feudi San Gregorio
Sorbo Serpico (Av)


Ingredienti per il soffiato
280gr di nocciole tostate
75 gr di zucchero a velo
100 gr di burro morbido
2 bianchi d' uovo
4 bianchi d' uovo montati a neve
40 gr di zucchero di canna

Frullare le nocciole con lo zucchero fino a farle diventare polvere grossolane. A parte in un boulle miscelare energicamente il burro, lo sfarinato di nocciole e i bianchi d' uovo non montati. A parte montare i bianchi d'uovo a neve con lo zucchero di canna incorporare delicatamente alla massa. Imburrare ed infarinare degli stampi d' alluminio, riempirli di 2\3, infornare i soffiati a 180 °c per 10 minuti. Attendere 2 minuti e sfornare.

Per la ghiacciata
500 gr di ricotta
120 gr di zucchero a velo
La zest di 1 limone
250 gr di panna liquido
8 cl di limoncello

Fare una crema di ricotta, zucchero a velo, la buccia di limone e il limoncello, aggiungere delicatamente la panna e mettere in gelatiera.

Per le pere
500 gr di pere
50 gr di pasta di nocciole
5 cl di rum invecchiato
10 cl di succo d' arancia

Cuocere le pere nello sciroppo e nel forno a vapore. Farlo raffreddare e tagliarlo a cubetti, il restante delle pere cuocerle con lo zucchero caramellato,una noce di burro, aggiungere le pere e il succo d' arancia sfumare e frullare al minipimer aggiungendo la pasta di nocciole ottenendo una purea.  Miscelare le pere e i cubetti e servire intiepidite.

Per la cialda alle nocciole
Per lo sciroppo 1,3 kg di zucchero e 800 gr d' acqua
Per cialda 140 gr di polvere di nocciole, 100 gr di sciroppo a (30° g)

Quando lo sciroppo arriva alla temperatura di 30° far raffreddare prendere l'affare che serve a miscelarlo con la polvere di nocciola, stenderlo tra un silpat e un foglio di carta da forno e cuocere a 150°. Conservare in un luogo asciutto. Presentare il piatto con il soffiato tiepido sormontato da una Quenelle gelato di ricotta, pere ralinate alla nocciola, con la cialda di nocciole sulla Quenelle.

Guancia di manzo brasata
all’aglianico, purea di zucca
e… liquirizia

Paolo Barrale
Ristorante Marennà
dei Feudi San Gregorio
Sorbo Serpico (Av)


 

Ingredienti per 4 persone
800 g di guancia di manzo
1 carota
1 costa di sedano
1 cipolla rossa
1 rametto di timo
1 rametto di rosmarino
Bacche di ginepro
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
1 cucchiaio di zucchero di canna
1\2 lt di vino Taurasi
1 lt di brodo di carne ristretto
50 g di burro
1 scalogno
500 g zucca rossa
1 cucchiaio di senape
Olio di oliva
Pepe nero in grani
Sale q.b.
Liquirizia q.b

Procedimento
Eliminare la parte esterna (copertina) dalla guanciola di vitello, tagliarla in quattro parti regolari e marinarla per 2 ore con la senape, il sale, l’olio di oliva ed il pepe. Rosolare la carne in una larga padella, unire gli odori (carota, sedano, cipolla, rosmarino, ginepro) e riporre il tutto in un tegame alto. Aggiungere il concentrato di pomodoro e lo zucchero di canna. Bagnare con il vino e lasciare evaporare. Versare il brodo e cucinare a fiamma bassa per almeno 4 ore. Filtrare il fondo di cottura, riportarlo sul fuoco e farlo ridurre di 1\3. Successivamente emulsionare con una noce di burro. Pelare la zucca, tagliarla a piccoli pezzi e stufarlo con scalogno e olio. Lasciare cuocere per 30 minuti ed alla fine aggiustare di sale. Passare tutto al mixer fino ad ottenere una purea vellutata.

Presentazione
Versare la purea sul fondo del piatto, disporre sopra la guanciola con il fondo di cottura e spolverare con la liquirizia.

Tortelli ricotta e parmigiano
di bufala con schiuma di latte
ed olio di Ravece

Chef Paolo Barrale
Ristorante Marennà
dei Feudi San Gregorio
Sorbo Serpico (Av)
 


Ingredienti per 4 persone
Pasta all’uovo
100 g di farina tipo 00
100 g di semola di grano duro rimacinata
7 tuorli
5 g di sale
 
Ripieno
150 g di fior di ricotta di bufala
50 g di parmigiano di bufala
Sale e pepe q.b.
 
Condimento
Brodo vegetale
10 g di burro
10 g di parmigiano
100 g di latte fresco di bufala
100 g di olio di oliva “ravece”
Pepe q.b.
Basilico q.b.
 
Procedimento per la pasta all’uovo
Mescolare i due tipi di farina e disporli a fontana. Aggiungere i tuorli, il sale e acqua sufficiente ad ottenere un impasto piuttosto consistente. Lasciare riposare per un’ora. Stendete la pasta con il matterello. Disporvi  sopra tanti piccoli mucchietti di ripieno con un cucchiaino da tè. Ritagliare la pasta con un piccolo tagliapasta rotondo in modo da ottenere dei dischetti con al centro il ripieno. Piegarli a mezza luna e unir e le due estremità premendo con la punta delle dita. 
 
Procedimento per il ripieno
In una ciotola mescolare la ricotta con il parmigiano ed aggiungere sale e pepe. Amalgamare  bene fino ad  ottenere un composto omogeneo.
 
Procedimento per il condimento
In un tegamino con i bordi alti scaldare il latte evitando di farlo bollire e successivamente aggiungere l’olio. Frullare con il minipiner fino ad ottenere una schiuma.
 
Cucinare i tortelli in abbondante acqua salata, scolarli e saltarli in padella con il brodo vegetale, il burro ed una spolverata di parmigiano.
Disporre i tortelli sul piatto, versare la schiuma di latte e olio, e guarnire infine con pepe e basilico.

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search