Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il premio il 18 Maggio2022
Jean-Louis Chave

Jean-Louis Chave è stato premiato come Enologo dell'anno 2022 per l'istituto dei Masers of Wine.

La cerimonia di premiazione si è tenuta nel corso del ProWein di Dusseldorf. Il riconoscimento è assegnato da MW e the Drink Business dal 2011 ai migliori enologi del mondo. Chave, dopo aver completato gli studi universitari presso l'Università del Connecticut e una laurea in enologia presso la UC Davis in California, ha assunto la guida dell'azienda di famiglia come produttore di vino della 16esima generazione. La famiglia Chave produce vini nella Valle del Rodano settentrionale da oltre 500 anni. La loro reputazione e il loro patrimonio appartengono saldamente alla collina dell'Ermitage, dove possiedono 15 ettari di vigne che producono vini pregiati e iconici. Per diversificare la produzione, quando Jean-Louis ha preso il posto di suo padre Gérard nel 1992, ha reimpiantato i vigneti nella tenuta originaria della famiglia a Saint-Joseph. Il sito era stato abbandonato all'inizio del 1900 quando la fillossera colpì la regione. "Sono molto orgoglioso di aver vinto questo premio - ha detto visibilmente emozionato Chave - Ammiro tanto i Masters of Wine. Per qunto riguarda il nostro lavoro, è impossibile, secondo me, fare un vino da un vigneto che non ti ispira. E un buon enologo dovrebbe dare un'idea del territorio nel proprio vino. È più di una tecnica, è una profonda comprensione del terroir e della sua storia, che cerco di esprimere nei miei vini". Chave si aggiunge al ricco albo d'oro: Peter Sisseck (2011), Peter Gago (2012), Paul Draper (2013), Anne-Claude Leflaive (2014), Egon Müller (2015), Alvaro Palacios (2016), Eben Sadie (2017), Jean-Claude Berrouet (2018) e Angelo Gaja (2019). A causa della pandemia, il premio non è stato assegnato nel 2020 e nel 2021.

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Carmine di Donna

www.carminedidonna.it

2) Babà

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search