Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Giada Giaquinta

Christian Guzzardi
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Maddalena Peruzzi
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Marcella Ruggeri
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni
Alessia Zuppelli

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il progetto il 10 Luglio2012


Emanuele Vescovo

Un programma di azioni integrato per promuovere l’Italia del vino in Cina.

Un progetto inedito che per la prima volta presenta al mercato emergente più promettente l’offerta enologica made in Italy a tutto tondo. Il nuovo modo di comunicare porta la firma di Il Mio Vino, una delle riviste di settore più rinomate. Si supera il modello dei seminari e delle degustazioni per mettere in campo risorse, personale specializzato e strumenti per assistere i produttori nel Pese, anche dal punto di vista burocratico e metterli in contatto con gli operatori e i buyer.

Esattamente sono cinque gli step pensati per garantire l’apertura di un canale commerciale. L’Italian wine desk gestito da personale cinese preposto ai contatti con gli operatori, struttura per assistere nelle icombenze di natura amministrativa. L’edizione della rivista in cinese, strumento per diffondere la cultura del vino italiana e rivolta ai protagonisti del settore, importatori, distributori e ristoratori. L’ItalianWine Experience, la prima fiera del vino in Cina che avrà luogo in occasione del Food Hospitality World la più importante fiera sul beverage e il cibo di respiro internazionale in programma dal 29 novembre al 1 dicembre. Il Vib Club che riunisce come soci i buyer cinesi selezionati tra i più affidabili del settore. Nel progetto è prevista anche la formazione con l’Istituto delle Scienze del vino, che avrà sede a Canton, per preparare sommelier bilingue sui vini italiani.

L’idea di questo pacchetto di iniziative la spiega Emanuele Vescovo, direttore della rivista. “La nostra attività è iniziata proprio pensando a questa estrema frammentazione della proposta italiana in giro per il mondo.  Il progetto riguarda l’itero Paese, all’interno del nostro padiglione della fiera c’è solo l’Italia. In altre circostanze i vini italiani erano presentati insieme a quelli provenienti da altre parti del mondo. Siamo i primi che realizzano un programma per dare dell’Italia del vino una immagine coerente e omogenea. Il progetto è davvero impegnativo e siamo convinti che sia l’unica strada per affrontare la sfida cinese che in qesto momento di crisi è indispensabile per tutti. Il mercato italiano non ha altra alternativa se non quella di guardare a nuovi mercati con grandi capacità di assorbire”.  

Parte dei finanziamenti del progetto provengono da enti e istituzioni. “Abbiamo stretto accordi con le istituzioni in ogni regione, in maniera da potere aiutare le aziende ad aderire al progetto che è importante in termini di energie e risorse. Ma devo dire che in nessuna regione ho trovato un interlocutore che fosse rappresentativo di tutta la regione come L’Istituto Regionale Vini e Olii di Sicilia. Devo dire che funziona bene, hanno compreso il valore del progetto e quali sono le azioni giuste per sostenere il comparto”, aggiunge Vescovo. 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2023 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search