Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in La Ricetta il 22 Gennaio 2009
di Redazione

LA RICETTA

Agrodolce per passione


Noi siciliani amiamo molto le preparazioni in agrodolce, basti pensare alla peperonata e subito ci si rende conto della diffusione e del successo di questi piatti nella nostra regione. Ma la tecnica di unire aceto e zucchero è stata fondamentale nel passato soprattutto per la conservazione dei cibi, che in tal modo restano inalterati per giorni. Quella che nasce come un'esigenza, e che molti sostengono sia un'invenzione araba, è largamente diffusa in Sicilia.
La cipollata in agrodolce poi, è un contorno molto usato dalle nostre parti, non accompagna soltanto secondi di carne complessi, ma spesso anche le fritture di pesce ne sono degne compagne, o perché no un formaggio stagionato.
Eccone una versione interessante.


Cipollata in agrodolce
per 5 persone


Ingredienti
1 kg di cipolle bianche
Il succo di un'arancia
2 cucchiai di zucchero di canna semolato
Un pizzico di sale
2 cucchiai di senape
Olio extravergine d'oliva


Procedimento
Tagliare le cipolle finemente e soffriggerle per qualche minuto in padella coperta e con un filo d'olio. Salatele e fatele appassire per 5 minuti circa. Quando saranno morbide aggiungete lo zucchero di canna semolato  ed il succo d'arancia. Fate cuocere per altri 15 minuti. Non appena saranno cotte e morbide alla masticazione spegnete il fuoco e fate raffreddare. In ultimo aggiungete la senape nella quantità che preferite. Servire a temperatura ambiente.

Per dubbi, consigli, proposte scrivete a laricetta@cronachedigusto.it.
 

Laura Di Trapani

LA RICETTA

Agrodolce per passione


Noi siciliani amiamo molto le preparazioni in agrodolce, basti pensare alla peperonata e subito ci si rende conto della diffusione e del successo di questi piatti nella nostra regione. Ma la tecnica di unire aceto e zucchero è stata fondamentale nel passato soprattutto per la conservazione dei cibi, che in tal modo restano inalterati per giorni. Quella che nasce come un'esigenza, e che molti sostengono sia un'invenzione araba, è largamente diffusa in Sicilia.
La cipollata in agrodolce poi, è un contorno molto usato dalle nostre parti, non accompagna soltanto secondi di carne complessi, ma spesso anche le fritture di pesce ne sono degne compagne, o perché no un formaggio stagionato.
Eccone una versione interessante.


Cipollata in agrodolce
per 5 persone


Ingredienti
1 kg di cipolle bianche
Il succo di un'arancia
2 cucchiai di zucchero di canna semolato
Un pizzico di sale
2 cucchiai di senape
Olio extravergine d'oliva


Procedimento
Tagliare le cipolle finemente e soffriggerle per qualche minuto in padella coperta e con un filo d'olio. Salatele e fatele appassire per 5 minuti circa. Quando saranno morbide aggiungete lo zucchero di canna semolato  ed il succo d'arancia. Fate cuocere per altri 15 minuti. Non appena saranno cotte e morbide alla masticazione spegnete il fuoco e fate raffreddare. In ultimo aggiungete la senape nella quantità che preferite. Servire a temperatura ambiente.

Per dubbi, consigli, proposte scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
 

Laura Di Trapani


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search