Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 118 del 18/06/2009 il 17 Giugno 2009
di Redazione




Tra gli scaffali dell'Enoteca Italiana di Siena più di 1.500 etichette di 500 aziende in esposizione. Al Vinexpo riservati due stand per l'aziende della Penisola

Il vino in mostra

Un luogo ideale per potere apprezzare le qualità dei migliori vini di tutta Italia. A Siena, fra i bastioni di nord-est della Fortezza Medicea costruita dall'urbinate Baldassarre Lanci per Cosimo I de' Medici c'è la sede dell'Ente Vini - Enoteca Italiana. Qui sono esposti, in mostra permanente, oltre 1.500 vini, rigorosamente ammessi da una commissione giudicatrice, prodotti da oltre 500 aziende, che rappresentano un quadro significativo dell'intera produzione italiana di qualità.


Oltre alla vendita, l'Enoteca Italiana si preoccupa della promozione, informazione, educazione verso i consumatori. L'Enoteca Italiana è stata sede fino al 1960, con cadenza biennale, di quella rassegna nazionale del vino che verrà poi trasferita a Verona con il nome di "Vinitaly".
Le aziende italiane che partiranno per Bordeaux sono 15, otto toscane e sette di altre regioni (con l'Ice), ospitate in due stand proprio dell'Enoteca Italiana non lontani tra loro (Hall 1: DE148 e DE118/1).

Vino e giovani
Se l'Italia è diventato il primo produttore di vino al mondo, superando dopo dieci anni anche la Francia per quantità di ettolitri, rappresenta il 21 per cento della produzione mondiale e il 34 per cento di quella dell'Unione Europea, il merito è anche degli imprenditori under 40.
Il loro identikit? Sono eredi di aziende di famiglia, ma anche laureati, in possesso di master e di specializzazioni. Ecco i giovani imprenditori del vino, tutti fra i 30 ed i 40 anni protagonisti del successo delle loro aziende enologiche. Enoteca Italiana insieme con il ministero delle Politiche agricole ha dedicato loro un'intera giornata alla facoltà di Agraria dell'Università degli studi di Catania in occasione della terza edizione di "Vino e Giovani". Giornata nel corso della quale è venuto fuori anche qualche dato interessante: ammonta a ottomila milioni il giro di affari delle società vitivinicole italiane, il fatturato complessivo sfiora invece gli 11 miliardi l'anno, mentre le vendite oltre frontiera toccano quasi i tre miliardi e mezzo. Insomma, si tratta della prima voce dell'export agro-alimentare nazionale. L'Italia,dunque, si conferma il Paese del Vino, con 476 denominazioni, e 800 mila aziende, molte delle quali guidate proprio da under 40, che alimentano un forte tessuto imprenditoriale.

Le Viniadi
Ancora i giovani protagonisti delle "Viniadi", dedicate ai degustatori non professionisti. Nella fase eliminatoria, tutti gli enoappassionati senza limiti d'età dai 18 anni in su partecipano a "gare" di selezione presso luoghi pubblici del vino (la campagna di iscrizioni avviene anche sul sito www.vinoegiovani.it). Al termine della gara vengono proclamati il campione italiano e i primi classificati nelle diverse categorie junior, senior e hors d'age e quello più giovane. La gara consiste in una degustazione alla cieca di tre vini rossi e bianchi: passano il turno i concorrenti che riescono a riconoscere con maggiore esattezza i vitigni all'origine di ciascun vino.

Wine - games
"Indovino: scopri il vino giocando". Si chiama così il  primo videogioco tutto italiano dedicato al vino, ideato e realizzato nel nostro Paese. Il papà di "Indovino" è Fausto Virgilio, vicedirettore dello storico Ente Vini Senese, sommelier, grande conoscitore e narratore del vino. Il gioco è costituito da un totem rosso ed uno schermo da 17 pollici touch screen. Sotto lo schermo, c'è un ripiano per i calici che, dopo un sorteggio, verranno serviti da un sommelier e che l'avventore degusterà alla "cieca" per poi affrontare la sequenza delle domande sul video. Risposte corrette e tempo determinano il punteggio.
 

Piera Zagone


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search