Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Vini e territori il 18 Febbraio2017

Benvenuto Brunello non è solo l’occasione per celebrare le nuove annate del vino di Montalcino, ma anche quella per premiare chi, tra enoteche e ristoranti italiani e stranieri, porta avanti il nome del pregiato rosso toscano. 

Questo è il Leccio d’Oro, il premio istituito nel 1994 dal Consorzio del Vino Brunello di Montalcino. Quest’anno, in occasione dei 25 anni di Benvenuto Brunello e dei 50 del Consorzio, è stato assegnato anche il premio speciale a un’enoteca è un ristorante di Montalcino. “I premi vengono assegnati ai locali che hanno la carta dei vini con una gamma ampia e rappresentativa di vino Brunello di Montalcino e degli altri vini di Montalcino, in relazione sia alle diverse annate che al numero di etichette di aziende produttrici – spiegano dal Consorzio - Viene posta attenzione anche al servizio e alla presentazione, in relazione alle specifiche esigenze del Brunello di Montalcino e degli altri vini di Montalcino. Inoltre viene valutato il livello di conoscenza e preparazione in relazione alla realtà della zona, nonché alle caratteristiche di produzione dei vini”.

La Giuria del Premio è composta dal presidente e dai tre vice presidenti del Consorzio del Vino Brunello di Montalcino e da quattro componenti scelti tra persone italiane e straniere che abbiamo una competenza enogastronomica riconosciuta. Ciascun premio consiste in una targa, un soggiorno a Montalcino per due persone di 4 giorni, nonché una confezione regalo di 72 bottiglie di Brunello di Montalcino, 36 bottiglie di Rosso di Montalcino, 12 bottiglie di Moscadello di Montalcino e 24 bottiglie di Sant’Antimo, di differenti produttori.

Ed ecco quindi i premiati di quest’anno.

  • Premio al Miglior ristorante italiano va a Del Cambio di Torino, capitanato dallo chef Matteo Baronetto.
  • Miglior ristorante straniero è invece Era Ora di Copenaghen.
  • Il Leccio d’Oro alla migliore enoteca italiana è per N’ombra de vin di Milano
  • Miglior enoteca straniera è A. Litteri di Washington.
  • Premio speciale alle due realtà più significative di Montalcino va invece all’Enoteca BD di Bruno Dalmazio e al ristorante Il Giglio.  

Geraldine Pedrotti

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Luca Lacalamita

Lula pane e dessert

Trani (Bt)

2) Pane di segale

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search