Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Taormina Gourmet 2021 il 24 Ottobre2021
Giovanni Santoro - ph GdG

Un'altra stella della cucina protagonista a Taormina Gourmet.

Tocca a Giovanni Santoro, chef del risorante stellato della famigli Pennisi Shalai, che si trova a Linguaglossa in provincia di Catania. Ha presentato una sarda ripiena di verdure tipiche dell’Etna (cavolicelli ovvero brassica fruticulosa) e poi panata e fritta con un condimento di salsiccia, su una base fornita da una ottima crema di funghi porcini dell’Etna. In pratica una sintesi di odori e sapori di montagna, che avvolge il gusto “imponente” della sarda, in un esercizio di recupero delle vecchie tradizioni dell’uso del pesce (almeno una volta alla settimana ) nell’alimentazione familiare e in una sorta di “iper-arricchimento” del piatto con i funghi dell’Etna e la salsiccia al ceppo di Linguaglossa (brevemente affumicata con aghi di pino) con le verdure tipiche dell’Etna ripassate nel vino (abitualmente consumati in quasi tutte le famiglie Etnee). Il boccone è ricco di ricordi indelebili delle traduzioni etnee, con equilibri di grassezze, sottolineati dalla confortevolezza acida delle verdure. Il piatto di Santoro dimostra che è possibile arrivare ad ottenere un piatto di alta cucina con ingredienti “normali”, nobilitandone il ruolo.

Enzo Raneri

LA GALLERY (ph GdG)

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Giannico Carruggio

Cantina Gianfranco Fino

Manduria (Ta)

1) Gambero marinato

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search