Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Dove mangio il 26 Aprile 2007
di Redazione
    DOVE MANGIO


A Carini una pizza dal gusto napoletano

Il locale, ristorante e pizzeria, è ricavato da un vecchio magazzino di stoccaggio degli agrumi, di fronte alla stazione ferroviaria di questa cittadina conosciuta per la leggenda dell’omicidio della baronessa di Carini, accaduto nel suggestivo castello di cui ancora si conservano le vestigia. Bello e confortevole, il locale in provincia di Palermo ha una grande sala al piano terra ed altre tre più piccole al primo piano; d’effetto le pareti di caldo tufo giallo e il soffitto di travi a vista.
La prima cosa che colpisce è la piacevolezza del locale, caldo e accogliente, e la possibilità di gustare la pizza con la tavola apparecchiata a dovere, perché non viene fatta distinzione tra ristorante e pizzeria.
Veramente buone le pizze, proposte in tantissimi gusti, con i menù che cambiano secondo le stagioni.
Che il pizzaiolo, il signor Francesco, abbia imparato il mestiere da pizzaioli napoletani si capisce subito dalla farina che usa, la doppio zero che mescola solo in piccola parte con quella di rimacinato, per adeguarsi al gusto locale. La pasta della pizza è leggera e molto buona ed è perfettamente digeribile. Questo avviene perchè tra lievitazione e maturazione passano anche 48 ore, e la quantità di lievito usato è minima.
Tra le pizze più richieste e particolari c’è la brigante, con bufala, scaglie di grana, rucola e i buonissimi sflilacci di carne di cavallo secca; l’agliastrelli con funghi, bufala, cipolle, acciuga, olive e pecorino; la cozzo di lupo con gorgonzola, bufala e pistacchi; la locanda San Giorgio con pomodoro, mozzarella, crudo, rucola e scaglie di grana. La mozzarella di bufala e il fior di latte arrivano da Caserta, e tutta la materia prima usata è selezionata con cura. Carta dei vini con seicento etichette nazionali e straniere, mentre le birre, al contrario, potrebbero essere meglio rappresentate.

Annalisa Sagona

La Locanda di San Giorgio ristorante – pizzeria
Piazza stazione, 2/4 Carini (PA)
Tel. 091/8815578
www.lalocandadisangiorgio.com
Chiuso lunedì
Ferie variabili in inverno
Coperti 150
Carte di credito tutte tranne AE e Diner
    DOVE MANGIO


A Carini una pizza dal gusto napoletano

Il locale, ristorante e pizzeria, è ricavato da un vecchio magazzino di stoccaggio degli agrumi, di fronte alla stazione ferroviaria di questa cittadina conosciuta per la leggenda dell’omicidio della baronessa di Carini, accaduto nel suggestivo castello di cui ancora si conservano le vestigia. Bello e confortevole, il locale in provincia di Palermo ha una grande sala al piano terra ed altre tre più piccole al primo piano; d’effetto le pareti di caldo tufo giallo e il soffitto di travi a vista.
La prima cosa che colpisce è la piacevolezza del locale, caldo e accogliente, e la possibilità di gustare la pizza con la tavola apparecchiata a dovere, perché non viene fatta distinzione tra ristorante e pizzeria.
Veramente buone le pizze, proposte in tantissimi gusti, con i menù che cambiano secondo le stagioni.
Che il pizzaiolo, il signor Francesco, abbia imparato il mestiere da pizzaioli napoletani si capisce subito dalla farina che usa, la doppio zero che mescola solo in piccola parte con quella di rimacinato, per adeguarsi al gusto locale. La pasta della pizza è leggera e molto buona ed è perfettamente digeribile. Questo avviene perchè tra lievitazione e maturazione passano anche 48 ore, e la quantità di lievito usato è minima.
Tra le pizze più richieste e particolari c’è la brigante, con bufala, scaglie di grana, rucola e i buonissimi sflilacci di carne di cavallo secca; l’agliastrelli con funghi, bufala, cipolle, acciuga, olive e pecorino; la cozzo di lupo con gorgonzola, bufala e pistacchi; la locanda San Giorgio con pomodoro, mozzarella, crudo, rucola e scaglie di grana. La mozzarella di bufala e il fior di latte arrivano da Caserta, e tutta la materia prima usata è selezionata con cura. Carta dei vini con seicento etichette nazionali e straniere, mentre le birre, al contrario, potrebbero essere meglio rappresentate.

Annalisa Sagona

La Locanda di San Giorgio ristorante – pizzeria
Piazza stazione, 2/4 Carini (PA)
Tel. 091/8815578
www.lalocandadisangiorgio.com
Chiuso lunedì
Ferie variabili in inverno
Coperti 150
Carte di credito tutte tranne AE e Diner

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search