Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Dove mangio il 02 Settembre2019


(Gaetano Basiricò e la moglie Lia Spallino: siamo da Serisso 47 a Trapani)

C’è un giocoliere a Trapani. E i suoi strumenti di gioco non sono palle o cubi di legno. Sono pomodori, melanzane, limoni e quanto di più possa offrire l’estate nella parte più occidentale della Sicilia. 

Gaetano Basiricò, lo chef di Serisso 47 è il giocoliere. Con lui il divertimento è assicurato. Gli ortaggi, spesso sono la base. Poi c’è tanto che arriva dal mare. Che è lì a pochi passi, impossibile ignorarlo. Il gioco continua. E si trasforma in piatti che offrono colori, profumi, sostanza. In una incessante sequenza di acidità, consistenze, abbinamenti. Un occhio alla tradizione, un occhio alla creatività. Scriviamo queste righe conoscendo lo chef da un bel po’ di tempo. Osservando la sua evoluzione costante che non smette di crescere. Basiricò è come se giocasse perché e ormai profondamente consapevole che Trapani e la sua provincia - per quanto impermeabile alle novità, raramente propensa a scommettere sull’eccellenza, riottosa alle aperture mentali, dipendente da una compagnia aerea per il rilancio del suo turismo (che macro errore è stato fatto dalle istituzioni del territorio...) - possa offrire un ventaglio di cose buone da ripagare gli chef bravi e volenterosi. Senza esagerare, ma un piatto di busiate con il pesto trapanese come quelli mangiati in altra occasione da Serisso 47 sono meritevoli di una deviazione. Qui ci soffermiamo sulla parte più evoluta del percorso di Gaetano, quello che non solo tiene conto della materia prima, ma anche della stagionalità, della spinta creativa ma soprattutto dell’esperienza. Un percorso gioioso.

Si parte con la Crema al basilico, battuta di pomodoro sedano erbe aromatiche e vela di pane casareccio e bottarga. Che è una buona sintesi dell’idea di cucina di Gaetano. C’è un poco di tutto.

(Maiale tonné - Serisso 47)

Ma il bello arriva con il Maiale...tonnè, divertente e tra i più buoni. Il nostro giocoliere fa incontrare il maiale con il suo corrispondente marino, il tonno. Il piatto mette insieme il capocollo di maiale cucinato con cipollotto e alloro assieme alla salsa tonnata e ad una caponata di ortaggi.


(Crema di ceci con seppia scottata - Serisso 47)

Dal mare invece arriva la piccola seppia scottata in crema di ceci, pomodorino con pasta e acqua di sedano che contribuisce a dare la giusta acidità. Buonissima la Parmigiana di melanzana perlina con formaggio, vellutata di pomodoro fresco e veletta di pane e salsa di patata al basilico.


(Spaghettone - Serisso 47)

Grande sapore nello spaghettone fatto in casa, battuta di totani, crema di melanzane affumicate e pomodoro ciliegino. Dove è evidente a questo punto il filo conduttore della cucina estiva e appagante di Serisso 47.


(Spigola - Serisso 47)

Molto riuscita la spigola, pelle croccante in guazzetto al timo con salsa “pizzutello”, capperi e zucchine.


(Crema vaniglia e salsa ai frutti rossi - Serisso 47)

Chiudono il nostro percorso un predessert di crema vaniglia e cannella, salsa e sablée ai frutti rossi.


(Ogghiu, limuni e sale - Serisso 47)

E un giocoso e rinfrescante “Ogghiu, limuni e sale”. Cioè? Crema di limone, meringa flambé al limone, zeste di limone candite, olio Trappitu intenso (Terre di Shemir), fior di sale e succo di limone. Altro che sorbetto. E l’attenzione al servizio fa il resto. Esperienza da passaparola immediata. Per tornarci presto.

Serisso 47
Via Serisso 47
Trapani
0923 26113
Chiuso: lunedì. A luglio e agosto a pranzo il sabato e la domenica
Ferie: dal 10 gennaio al 10 febbraio
Carte di credito: tutte
Posteggio: no

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Giannico Carruggio

Cantina Gianfranco Fino

Manduria (Ta)

1) Gambero marinato

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search