Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il vino della settimana il 04 Dicembre2021

di Federico Latteri

Fondata nel 1981 dal marchese Lodovico Antinori, Ornellaia è da tempo una delle punte di diamante della produzione vinicola italiana.

Un nome apprezzato e ricercato in tutto il mondo con vini presenti costantemente nelle posizioni di vertice delle classifiche della stampa specializzata e protagonisti di aste prestigiose, nelle quali raggiungono sempre cifre ragguardevoli. L'azienda, oggi di proprietà del gruppo Frescobaldi, può contare su 115 ettari di vigneti situati nel territorio di Bolgheri ad altitudini comprese tra 25 e 133 metri sul livello del mare.

Distinguiamo 7 parcelle che presentano situazioni differenti per quanto riguarda i suoli e altre caratteristiche. Oltre ai vitigni bordolesi a bacca rossa, vengono coltivati Sauvignon Blanc, Petit Manseng e Viognier. Annualmente vengono prodotte più di 800 mila bottiglie. Ornellaia, da sempre il vino più importante della tenuta, è stato negli anni affiancato da altre etichette che vanno ad ampliare l'offerta, mantenendo la filosofia e il prestigio del marchio. Ricordiamo anche l'iconico Masseto, Merlot in purezza che da alcuni anni viene prodotto in una struttura dedicata, costituendo di fatto un'azienda a parte.

Abbiamo degustato l'annata 2019 del Bolgheri Doc Rosso Le Serre Nuove dell'Ornellaia, il “second vin” della cantina, un taglio bordolese di notevole qualità prodotto dal 1997 con la stessa cura dedicata al top di gamma. E' ottenuto da Merlot per il 54 per cento, più un 28 per cento di Cabernet Sauvignon, un 14 per cento di Cabernet Franc e un 4 per cento di Petit Verdot. La vendemmia, effettuata manualmente in piccole cassette, si è conclusa il 4 ottobre con la raccolta delle varietà più tardive. Le uve vengono selezionate su un tavolo di cernita prima e dopo la diraspatura. Viene usato anche uno strumento ottico per raggiungere il miglior risultato possibile. Ogni varietà e ogni parcella viene vinificata separatamente. La pigiatura soffice è seguita da due settimane di fermentazione alcolica in tini di acciaio inox a 26-30 gradi centigradi con successiva macerazione sulle bucce che si protrae per 10-15 giorni. La fermentazione malolattica inizia in acciaio e viene ultimata in barrique (per il 25 per cento nuove), dove il vino resta per circa 15 mesi (12 mesi più 3 dopo che viene effettuato l'assemblaggio). Prima dell'immissione sul mercato è previsto un periodo di affinamento in bottiglia di almeno 6 mesi.

All'esame visivo Le Serre Nuove offre un colore rosso rubino carico la cui particolare vivacità è una chiara espressione dell'attuale fase giovanile. E' intenso e complesso all'olfatto con profumi di frutti maturi come ciliegia, mora e mirtillo, poi un tocco speziato, una sottile nota di peperone verde e sentori balsamici che ricordano l'eucalipto. Il sorso è ben strutturato, dotato di una giusta freschezza, equilibrato e vellutato. Pieno il gusto che si caratterizza per la ricchezza delle note fruttate e la morbidezza dei tannini. La chiusura, precisa e molto lunga, vede il piacevole ritorno della componente balsamica. E' un vino destinato a pranzi e cene importanti. Darà il meglio di sé con piatti a base di carni rosse o selvaggina.

Rubrica a cura di Salvo Giusino

Ornellaia
Località Ornellaia, 191 - Bolgheri
Castagneto Carducci (Li)
T. 0565 71811
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.ornellaia.com

IL VINO IN PILLOLE 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Elio Mariani

Checchino dal 1887

Roma

1) Trippa alla romana

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search