Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il vino della settimana il 11 Giugno2022

Sicilia Doc Grillo

di Federico Latteri

Alessandro di Camporeale è un'azienda a gestione familiare che affonda le radici in una storia di viticoltura risalente ai primi del Novecento. L'attuale cantina nasce tra la fine degli anni Novanta e l'inizio degli anni Duemila per opera dei fratelli Rososlino, Antonino e Natale Alessandro, oggi affiancati dai figli Anna, Benedetto e Benedetto. L'idea è sin dall'inizio quella di fare vini di alta qualità che siano frutto di una viticoltura attenta e di un'enologia corretta e ragionata.

(I cugini Benedetto, Benedetto e Anna)

La nuova generazione, nonostante abbia già raggiunto importanti risultati, guarda costantemente al futuro per sviluppare nel migliore dei modi ogni aspetto legato all'attività vitivinicola: Anna si occupa del settore enoturistico e della comunicazione, Benedetto è l'enologo che segue l'intera filiera produttiva, dalla vigna alla cantina e l’altro cugino, pure lui Benedetto, segue il marketing.

I vigneti si trovano all'interno del territorio di Camporeale, piccolo centro situato nell'entroterra della provincia di Palermo, nelle contrade Mandranova, Torretta e Macellarotto. Si estendono complessivamente per 40 ettari, coprendo un range di altitudini che va dagli oltre 300 ai 600 metri sul livello del mare. Vengono coltivate in biologico sia varietà autoctone come Catarratto, Grillo e Nero d'Avola che gli alloctoni Sauvignon Blanc e Syrah, vitigni che si sono adattati molto bene a questi luoghi.

Ogni anno vengono prodotte circa 260 mila bottiglie. Varia la gamma di etichette con bianchi e rossi raggruppati in diverse linee, uno spumante Metodo Classico e un vino dolce da uve Syrah vendemmiate tardivamente. Ci è piaciuto molto il Sicilia Doc Grillo Vigna di Mandranova 2021, un bianco completo e versatile davvero ben fatto. Le uve provengono dal territorio collinare dell'omonima contrada, dove troviamo vigneti piantati nel 2009 a 340 metri sul livello del mare su un suolo franco argilloso con media presenza di scheletro. Il sistema di allevamento utilizzato è la spalliera con potatura a guyot, la densità di impianto è di 4 mila ceppi per ettaro, mentre le rese si attestano sui 70 quintali per ettaro.

La vendemmia viene effettuata manualmente con accurata selezione dei grappoli durante la seconda decade di agosto. La vinificazione prevede diraspatura e successivo raffreddamento delle uve che poi vanno incontro ad una pigiatura soffice in assenza di ossigeno. Seguono 15 giorni di fermentazione alcolica in vasche di acciaio inox alla temperatura controllata di 14-15 gradi centigradi. Il vino ottenuto affina in acciaio sulle fecce nobili a 10-12 gradi centigradi per 6 mesi e poi in bottiglia per almeno altri 2 mesi.

Il colore che osserviamo nel calice dopo aver versato il Grillo Vigna di Mandranova 2021 è un giallo paglierino di buona intensità con vivaci riflessi verdolini. Pulito e variegato il bouquet, fatto di profumi di fiori e erbe di campo, sottili sentori agrumati con il pompelmo in evidenza e note di frutta esotica. La perfetta combinazione delle componente floreale con quella fruttata e con la parte agrumata crea un profilo armonico privo di sbavature che risulta particolarmente piacevole. Al palato, dove sono evidenti una buona acidità, una consistenza ben calibrata e una viva sapidità, le sensazioni tattili e gustative si succedono con ordine fino alla chiusura lunga e rinfrescante. Un sorso dinamico che si caratterizza per equilibrio e regolarità. Può essere abbinato a tantissimi piatti della cucina di mare, dagli antipasti ai secondi, oppure a primi leggeri della cucina di terra, soprattutto se a base di verdure o ortaggi.

Rubrica a cura di Salvo Giusino

Alessandro di Camporeale
Contrada Mandranova - Camporeale (Pa)
T. 0924 37038
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.alessandrodicamporeale.it

IL VINO IN PILLOLE

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Carmine di Donna

www.carminedidonna.it

2) Babà

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search