Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Contributors

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano

Roberto Chifari

Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco

Annalucia Galeone
Federica Genovese

Clarissa Iraci

Francesca Landolina

Federico Latteri
Irene Marcianò

Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi

Clara Minissale

Fiammetta Parodi

Geraldine Pedrotti

Stefania Petrotta

Michele Pizzillo

Fabiola Pulieri
Enzo Raneri

Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita

Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione
eventi
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'olio della settimana il 01 Giugno 2013
di Redazione

Nocellara del Belice.

Spadafora è una nobile famiglia siciliana di cui le prime tracce certificate risalgono al 1230. Nei secoli il Casato ha avuto il predominio su cinque principati, un ducato, due marchesati, una contea e venticinque baronie. Alcuni dei componenti della famiglia hanno occupato cariche di primo piano nel Regno di Sicilia e in alcuni Stati Europei. Non potendo raccontarvi otto secoli di storia, saltiamo quasi ai giorni nostri e arriviamo a don Pietro dei Principi di Spadafora, fondatore dell’azienda, a cui succede nel 1988 il figlio Francesco che la riprende, la rende moderna e redditizia perchè capisce che diventa obbligatorio, se si vuole sopravvivere, trasformare e confezionare i prodotti. Se desiderate saperne di più cliccate QUI.

Sono 180 ettari in contrada Virzì in agro di Monreale, ma vicino a Camporeale, 95 di vigneti e 20 di uliveti. Questi ultimi sono a macchia di leopardo in mezzo alle vigne, originariamente di sola Biancolilla in esemplari più che secolari e dal ’90 tre ettari nuovi di Nocellara del Belice. Francesco decide di non fare alcun trattamento anche perchè gli alberi non sono attaccati dai parassiti, solamente la potatura annuale, niente impianto irriguo.

La Nocellara del Belice è una delle cultivar che hanno contribuito al successo dell'olio siciliano fuori dall'isola, costituisce  la varietà più diffusa nella Sicilia occidentale e predominante nel trapanese specialmente nei comuni di Castelvetrano, Campobello di Mazara e Partanna nei quali diventa la prima DOP come oliva da mensa, perchè il volume, la carnosità e il gusto ne fanno anche una specialità da mangiare. Poichè produce anche un ottimo olio la vediamo come prima attrice nelle tre DOP olearie: Val di Mazara, Valli Trapanesi e Valle del Belice, quest'ultima nata nel 2004. Ha drupa grossa, quasi sferica, l'olio ha spesso fruttato intenso e un profilo sensoriale amaro e piccante con assenza del dolce.

Per l’Olio di Spadafora la raccolta delle olive avviene appena invaiate, a mano, e in giornata portate nel vicino frantoio Gallo dove sono molite con frangitore a coltelli e l’olio separato senza aggiunta di acqua per mantenere al meglio le qualità organolettiche e i polifenoli. Riportato in azienda decanta sotto azoto per poi rifarsi un’altra breve passeggiata per essere imbottigliato. E’ un olio che avrebbe tutte le caratteristiche per diventare biologico qualora fosse certificato.

Al naso è molto profumato con vivaci sentori di carciofo verde, di erba fresca, poco pomodoro e poca mandorla, equilibrato, interessante. Al palato entra appena dolce per poi sviluppare un gusto di carciofo verde, di oliva, con un amaro non intenso ed un piccante che conclude. Un ottimo Nocellara.
Lo abbiniamo a piatti di vario genere. Noi l’abbiamo apprezzato con pasta e lenticchie siciliane, polpette di manzo con pomodoro, insalata di valeriana e rughetta. Sono 4.000 bottiglie che principalmente vanno all’estero per accompagnare i vini dell’azienda e se lo trovate allo scaffale lo pagate 15 euro.

Azienda Agricola Spadafora
Contrada Virzì
90046 Monreale (Pa)
tel. 091 6703322
www.spadafora.com




Recensioni
di Gianni Paternò

Rubrica a cura di  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Felice Sgarra

Casa Sgarra

Trani (Bt)

3) Melanzana con burrata d’andria e gelato al pomodoro

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search