Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 116 del 04/06/2009 il 03 Giugno 2009
di Redazione

LA TRASFERTA

Italia Wine Alliance in tour tra Pechino, Shanghai e Shenzhen per promuovere le etichette del Belpaese. Il presidente Marilena Barbera: "Mercato che ha scarsa conoscenza, ma grandissime potenzialità"

Vino,
missione Cina

Cina nuova frontiera del vino italiano. Italia Wine Alliance (Iwa), l'associazione composta da nove cantine, che mira a promuovere a livello globale l'immagine del vino del Belpaese e i prodotti collegati, è stata tra Pechino, Shanghai e Shenzhen per far conoscere le etichette tricolori agli amanti di Bacco con gli occhi a mandorla.

Un tour che si è svolto, nella seconda decade di maggio e che ha visto i produttori italiani prendere parte a due conferenze stampa con 200 giornalisti partecipanti, degustazioni e incontri. Iwa si è avvalsa di un ufficio organizzativo nella capitale cinese con tre dipendenti e due partner d'eccezione, Frankie Zhao, massimo esperto di vini in Cina e Li Demei, professore di Viticoltura ed Enologia all'Università di Pechino.
Un'esperienza positiva per Marilena Barbera, di Cantine Barbera, presidente di Italia Wine Alliance: "Si tratta di un mercato nuovo che ha scarsa conoscenza ma grossissime potenzialità. I cinesi ancora non distinguono un Franciacorta da un siciliano. Per questo, al momento la strategia principale mira a comunicare il vino italiano nella sua interezza, senza concorrenza fra regioni".
Per la verità, gli orientali hanno già assaggiato qualcosa in questi anni, come rivela Marilena Barbera: "Il 90% del vino in Cina è francese. Grandi château come Lafite e Margaux sono ben presenti, di italiani ho visto solo Antinori e Gancia".
Ai buyer e agli addetti ai lavori, Iwa ha proposto un ampio catalogo rappresentativo di tutti i territori del vino italiani e le aziende hanno rafforzato i legami con gli importatori. Si sono registrati ben 400 contatti con alberghi, ristoratori, wine shop, negozi  che vendono sigari, prodotti gastronomici, vino e tutte le specialità del buon vivere occidentale.
Tra le buone abitudini dello stile di vita europeo, a fine giugno, arriveranno anche duemila bottiglie di La Vota, un Cabernet Sauvignon, prodotto da Cantine Barbera. "Torneremo in Cina l'anno prossimo - conclude la presidentessa di Iwa - perché la curiosità può diventare un interesse economico-commerciale".

Francesco Sicilia


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search