Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Benessere & alimentazione il 10 Aprile2015

A chi di noi non è capitato, almeno una volta nella vita, di essere colpito improvvisamente da un forte mal di testa in grado di modificare i nostri piani? Molti sono infatti gli individui che soffrono di varie forme di emicranie, talvolta addirittura invalidanti e tali da compromettere la propria vita sociale e lavorativa. 

Nausea, alterazioni della vista, intolleranza ai rumori e a fonti di luce ecco alcuni dei sintomi più significativi dell’emicrania che colpisce circa il 10-15% della popolazione di età compresa tra 35 e 45 anni.

Ma come interveniamo generalmente per arginare questo gravoso disturbo? Certamente i rimedi oggi più conosciuti e diffusi rimangono i noti analgesici e antidolorifici che, se nel breve periodo sortiscono gli effetti desiderati, a lungo termine potrebbero rivelarsi inefficaci e il cui abuso non è certamente consigliato. A questo punto diverse domande ci verranno alla mente: come posso intervenire in modo efficace per contrastare questo disturbo?

Esistono rimedi naturali? Scorrette abitudini alimentari possono amplificare l’emicrania? Le risposte alle nostre molteplici domande giungono dai ricercatori della Griffith University di Queensland in Australia che hanno preso in esame 41 donne affette da emicrania con aura (quando sintomi come dei formicolii al braccio o alla mano dal lato del dolore o possibili alterazioni visive, che possono durare dai 5 ai 20 minuti, precedono e a volte accompagnano il mal di testa tipico). Sulla base di precedenti evidenze scientifiche, gli studiosi australiani sono partiti dalla considerazione che mutazioni del gene Mthfr sarebbero in parte responsabili di molti attacchi d’emicrania e, fattore non meno rilevante, dell’aumento dei valori di omocisteina considerato uno dei principali aminoacidi in grado di influenzare il rischio cardiovascolare.

I livelli di omocisteina possono essere ridotti attraverso l’assunzione di vitamine del gruppo B, ecco perché i ricercatori hanno somministrato acido folico (2mg), vitamina B6 (25mg) e B12 (400mcg) regolarmente per 6 mesi alle donne partecipanti allo studio. Ebbene sarebbe emersa una effettiva relazione tra vitamine del gruppo B e livelli di omocisteina che si sarebbe ridotta del 39% con notevoli benefici anche nella frequenza e nell’intensità degli episodi emicranici e dei sintomi a questi connessi. Ma come possiamo introdurre acido folico nel nostro organismo? Sappiamo infatti che l’acido folico non viene prodotto spontaneamente, ma deve essere introdotto con il cibo. Per fare il pieno di acido folico, dalle svariate proprietà benefiche, basti pensare che le donne in gravidanza lo assumono per scongiurare il rischio di malformazioni fetali, è bene consumare verdure a foglia verde, spinaci, lattuga, broccoli, rape verdi, cavolfiori, solo per citarne alcune, ma anche fegato e legumi ne contengono buona parte.

Dunque se soffriamo di frequenti episodi di mal di testa, proviamo a limitare l’assunzione di farmaci costosi e dai possibili effetti indesiderati e al contempo instauriamo delle  buone abitudini alimentari: arricchiamo la nostra alimentazione di verdure fresche, legumi, cereali e frutta secca in grado di fornirci vitamine del gruppo B che miglioreranno la nostra salute generale, sistema nervoso e immunitario risulteranno rafforzati, mentre la nostra pelle e i nostri capelli assumeranno nuova bellezza.

Prepariamo dunque una ricetta ricca in acido folico e in parte anche in vitamine del gruppo B (esclusa la B12 di origine prevalentemente animale) al contempo stesso stuzzicante, “chips di chayote”

Ingredienti:

  • 4 chayote

  • olio extravergine di oliva

  • sale marino

Preparazione
Armati di un paio di guanti di gomma, lavare e privare il chayote della buccia. Tagliare a metà il chayote, privarlo della parte centrale e tagliarlo a fette sottili. Far scaldare l’olio, se potete controllare la temperatura, stare sempre sotto i 180 gradi. Far friggere le fettine di chayote fino a che non siano ben dorate da entrambi i lati. Scolare su abbondante carta assorbente e condire con il sale
Buon appetito!

Andrea Buisalacchi


Esperto in nutrizione e integrazione nutrizionale 
presso le Università Bicocca di Milano e UniCt di Catania
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Fb: Andrea Busalacchi
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Isa Mazzocchi

Ristorante La Palta

Frazione Bilegno - Borgonovo Val Tidone

1) Filetto di boccalone con pomodori alla ricotta di capra

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search