Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Benessere & alimentazione
di C.d.G.

Sentiamo sempre più parlare di alimenti dal forte potere antiossidante, ma sappiamo realmente di cosa si tratti? 

Gli antiossidanti sono sostanze in grado di preservare il nostro organismo dai danni del tempo, in quanto lo difendono dai radicali liberi, essi rappresentano dunque dei veri e propri elementi purificatori in grado di eliminare dall’organismo tutti gli scarti che le cellule lasciano dietro di se. I radicali liberi rappresentano dunque delle sostanze di scarto altamente dannose per l’organismo in grado di danneggiare le strutture cellulari, favorendo così l’invecchiamento e minando il nostro sistema immunitario. Fumo, alcol, stress e scorrette abitudini alimentari ci sottopongono con vigore all’ azione dei radicali liberi, per questo dobbiamo favorire la produzione di sostanze antiossidanti, le uniche reali nemiche dei radicali liberi. Il nostro organismo già autonomamente produce sostanze antiossidanti in quantità purtroppo insufficiente, per questo dobbiamo sostenerlo nella sua produzione attraverso una adeguata alimentazione. 

Diversi sono gli alimenti ricchi in antiossidanti, ma uno fra tutti sembra primeggiare: il salmone. La scoperta giungerebbe dalla Serbia dove è stato condotto un interessante studio su giocatori di calcio sottoposti per diverso tempo ad un alimentazione controllata a base di salmone. Già perché il salmone contiene astaxantina, un particolare carotenoide classificato come un supernutriente non soltanto dal forte potere antiossidante, ma anche anti infiammatorio. Le uniche fonti di astaxantina sono una particolare microalga, la Haematoccus pluvialis, e la fauna marina che di essa si nutre come molluschi, crostacei e salmone. Ecco perché l’alimentazione dei calciatori serbi è stata rappresentata per 90 giorni da 4 gr di astaxantina die, al fine di verificare il suo straordinario potere antiossidante. Ebbene l’assunzione di astaxantina avrebbe ridotto significativamente il danno muscolare e l’infiammazione ad esso correlata, e se questo non fosse ancora sufficiente si sarebbe anche registrato un aumento significativo delle lgA salivare, una immunoglobulina fondamentale del sistema immunitario. Per un surplus di benessere e giovinezza, un gustoso e semplice piatto a base di salmone.

Ecco la consueta ricetta, “Salmone in crosta profumata”:
Ingredienti

  • 1 trancio di salmone
  • 1/2 mela
  • limone
  • pepe bianco
  • menta fresca

Preparazione
Grattugiate la mezza mela grossolanamente, bagnandola con del succo di limone, poggiate il salmone in una padella antiaderente o in una griglia, distribuite sopra la mela grattugiata, una spolverata di pepe bianco, una spremuta di limone e qualche fogliolina di menta fresca.
Cuocete per 4 minuti a fiamma bassa, utilizzando un coperchio.
Girate delicatamente il salmone e proseguite la cottura per altri 4 minuti, facendo attenzione a non bruciare la mela (se vedete che si rosola troppo, rimettetela sul pesce).
Servite il tutto con delle foglioline di menta fresca.
 
Buon appetito!

Andrea Busalacchi


Esperto in nutrizione e integrazione nutrizionale 
presso le Università Bicocca di Milano e UniCt di Catania
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Fb: Andrea Busalacchi


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

GLI APPUNTAMENTI

LE RICETTE DEGLI CHEF

Maurizio Albarello
Trattoria Antica Torre
Barbaresco (Cn)

Stefano Mazzone

Grand Hotel Quisisana

Capri (Na)

2) Tortelli di cipolle al burro di acciughe e pecorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search