Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Giovanni Alfa il 15 Settembre 2010
di Redazione

Macco di fava cottoia, pasta accappata,
croccante di maialino e olio d’oliva dop

Giovanni Alfa
Locanda del Borgo
Rosolini (Sr)
 


Ingredienti
200 gr fava cottoia sgusciata ammollata in acqua
100 gr di conchigliette piccole
50 gr di cipolla
 5 gr semi di finocchio selvatico
60 gr fettine pancetta di maialino nero
olio dop e sale q.b

Procedimento
In una pentola cuocere le fave con il doppio dell’acqua con la cipolla e i meta dei semi di finocchio fino a divenire una crema o macco e aggiustare di sale prendere le fettine di pancetta salare con dei cristalli di sale e i semi di finocchietto e metter in forno a 120 c° fino a farlo diventare croccante. Cuocere la pasta con poca acqua mescolata con del macco fino a farla asciugare e farla raffreddare.
Passare la pasta in padella con dell’olio d’oliva e farla leggermente accappare o friggere.
Posizionare il macco tiepido su un piatto fondo, realizzare delle chenelle con la pasta,posizionare in centro e guarnire con al pancetta croccante, dell’olio a filo e un rametto di finocchietto fresco o maggiorana.

Macco di fava cottoia, pasta accappata,
croccante di maialino e olio d’oliva dop

Giovanni Alfa
Locanda del Borgo
Rosolini (Sr)
 


Ingredienti
200 gr fava cottoia sgusciata ammollata in acqua
100 gr di conchigliette piccole
50 gr di cipolla
 5 gr semi di finocchio selvatico
60 gr fettine pancetta di maialino nero
olio dop e sale q.b

Procedimento
In una pentola cuocere le fave con il doppio dell’acqua con la cipolla e i meta dei semi di finocchio fino a divenire una crema o macco e aggiustare di sale prendere le fettine di pancetta salare con dei cristalli di sale e i semi di finocchietto e metter in forno a 120 c° fino a farlo diventare croccante. Cuocere la pasta con poca acqua mescolata con del macco fino a farla asciugare e farla raffreddare.
Passare la pasta in padella con dell’olio d’oliva e farla leggermente accappare o friggere.
Posizionare il macco tiepido su un piatto fondo, realizzare delle chenelle con la pasta,posizionare in centro e guarnire con al pancetta croccante, dell’olio a filo e un rametto di finocchietto fresco o maggiorana.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search