Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Roberto Lombardo il 17 Gennaio 2012
di Redazione

Roberto Lombardo
Vinoveritas II
Palermo

Ingredienti per 4 persone
gr.360 spaghetti chitarra
8 gamberoni rossi grossi (rimuovete le teste avendo cura di spremere il contenuto in una ciotola, quindi sgusciate le code e rimuovete il filo nero sulla schiena)
4 capesante tagliate in 4 spicchi
1 bicchiere di ricci freschi
1 spicchio d'aglio
2 cucchiai olio extra vergine di oliva
1 pizzico peperoncino frantumato
Pepe bianco q.b.
Sale q.b.
1/2 bicchiere vino bianco secco non fruttato
Prezzemolo tagliato solo foglie

Procedimento
Mettete a bollire una pentola d'acqua per gli spaghetti, consiglio sempre in abbondante acqua, salatela a vostra discrezione, in una padella abbastanza capiente a fuoco vivo soffriggete l'olio con peperoncino e aglio, al solito quando questo imbiondisce rimuovetelo, e ponete dentro le capesante tagliate, lasciatele soffriggere 1' circa, ed aggiungete le code del gambero lasciate rosolare il tutto e sfumate con il vino.

Nel frattempo buttate la pasta nell'acqua già salata, quindi aspettate che la pasta sia abbastanza al dente, scolatela (avendo cura di mettere da parte una tazza d'acqua di cottura di pasta) e versatela nella padella con il condimento, cominciate a mantecare il tutto aggiungendo l'acqua di cottura (la pasta deve finire di cucinare assieme al condimento), quando questa è cotta al punto da Voi desiderato (io consiglio molto al dente per una buona digeribilità), aggiungere il contenuto delle teste del gambero che avevamo messo in precedenza nella ciotola, quindi continuate a mantecare a fuoco spento e se Vi risulta un po' asciutta allungate con acqua di cottura, per finire aggiungete i ricci ed il prezzemolo, aggiustate di sale e di pepe, mescolate il tutto e servite.

Roberto Lombardo
Vinoveritas II
Palermo

Ingredienti per 4 persone
gr.360 spaghetti chitarra
8 gamberoni rossi grossi (rimuovete le teste avendo cura di spremere il contenuto in una ciotola, quindi sgusciate le code e rimuovete il filo nero sulla schiena)
4 capesante tagliate in 4 spicchi
1 bicchiere di ricci freschi
1 spicchio d'aglio
2 cucchiai olio extra vergine di oliva
1 pizzico peperoncino frantumato
Pepe bianco q.b.
Sale q.b.
1/2 bicchiere vino bianco secco non fruttato
Prezzemolo tagliato solo foglie

Procedimento
Mettete a bollire una pentola d'acqua per gli spaghetti, consiglio sempre in abbondante acqua, salatela a vostra discrezione, in una padella abbastanza capiente a fuoco vivo soffriggete l'olio con peperoncino e aglio, al solito quando questo imbiondisce rimuovetelo, e ponete dentro le capesante tagliate, lasciatele soffriggere 1' circa, ed aggiungete le code del gambero lasciate rosolare il tutto e sfumate con il vino.

Nel frattempo buttate la pasta nell'acqua già salata, quindi aspettate che la pasta sia abbastanza al dente, scolatela (avendo cura di mettere da parte una tazza d'acqua di cottura di pasta) e versatela nella padella con il condimento, cominciate a mantecare il tutto aggiungendo l'acqua di cottura (la pasta deve finire di cucinare assieme al condimento), quando questa è cotta al punto da Voi desiderato (io consiglio molto al dente per una buona digeribilità), aggiungere il contenuto delle teste del gambero che avevamo messo in precedenza nella ciotola, quindi continuate a mantecare a fuoco spento e se Vi risulta un po' asciutta allungate con acqua di cottura, per finire aggiungete i ricci ed il prezzemolo, aggiustate di sale e di pepe, mescolate il tutto e servite.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search