Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'iniziativa il 16 Dicembre2017

di Michele Pizzillo, Roma

E’ una sorta di "reality show” quello che a partire dalle ore 17 di sabato 16 dicembre, si potrà respirare nella prima fattoria tracciata in Europa, che si trova vicino le cascate di Monte Gelato, a Roma Nord, oltretutto in uno dei luoghi più affascinanti del parco del Treia, attraverso il laboratorio di vendita appositamente creato nel centro commerciale dell’Olgiata. 

Da qui si vedrà tutto quello che avviene nella fattoria e, in particolare, si potranno seguire in diretta, da perfetto reality show,  tutte le diverse attività di coltivazione e lavorazione dei prodotti stagionali e, grazie a 20 telecamere operative fisse diffuse in tutta l’area. Insomma, il “grande Fratello” arriva in fattoria per documentare "h24" le diverse attività, mostrando quello che la produzione industriale purtroppo ha cancellato dalla nostra mente se non addirittura dalle nostre tavole. Poi, nella “B.O.ttega” – questo il nome dell’apposito laboratorio - del centro commerciale dell’Olgiata, si potranno acquistare i prodotti che provengono dalla fattoria, magari dopo aver osservato in diretta, dai grandi monitor, tutto il processo di produzione, dalla raccolta alla trasformazione. Questa è la sfida di “B.O. Agricoltura Antica”, un progetto di agricoltura 4.0 che unisce innovazione, sapere contadino, produttività e sostenibilità ambientale. L’idea è di un imprenditore romano, Massimo Pasquali, e nasce dalla necessità di soddisfare la fiducia di quei consumatori attenti sulle scelte d'acquisto, specie per i prodotti alimentari biologici. B.O., infatti, non è un acronimo ma giocando con il punto, scandisce ironicamente le due lettere. “Per noi tornare all’agricoltura antica con il supporto di tecnologie moderne ma non invasive, cioè con la trasformazione ridotta all'essenziale, documentandone la biodiversità,  è diventata una realtà tangibile grazie al lavoro di squadra, insieme a un regista, un gruppo diversificato tra architetti, contadini, e collaboratori, con i quali si condivide l’idea di lavorare la terra con idee innovative ma rispettandola”, spiega Pasquali. “B.O. Agricoltura Antica”, infatti, ha dato la risposta concreta alla domanda di chi vuole lavorare in campagna, investendo i soldi destinati a pesticidi in forza lavoro, dando occupazione ad oltre una decina di persone. 

Oltre ad offrire prodotti freschi e genuini, la fattoria di “B.O. Agricoltura Antica”, racconta il suo ideatore “per la prima volta in Europa, mette insieme tecnologia e tradizione, favorisce il benessere e la “naturalità” dei suoi spazi. Dalle telecamere per il controllo dei prodotti agli impianti geotermici, dai pannelli fotovoltaici e dalle vasche di raccolta dell’acqua piovana al QR code per il riconoscimento delle piante, selezionando specie e varietà resistenti a malattie, parassiti ed erbe infestanti. Così come un sistema di domotica per le suite della fattoria. Ognuna con una propria Spa e una propria piscina dove vivere un’esperienza di relax a contatto con la natura e in aperta campagna”. Da sabato 15 in “B.O.ttega” saranno disponibili diversi prodotti. Dalle confetture con un’alta percentuale di frutta (non meno del 90%), alla pasta all’uovo realizzata con farine di grano duro (varietà Senatore Cappelli) e grano tenero (varietà Abbondanza) prodotte in fattoria, macinate e lavorate artigianalmente come si faceva un tempo; alle farine acquistate da un mulino siciliano, con tracciabilità scritta e alle paste chiare lavorate con antichi macchinari ricondizionati e rimessi a norma; dai saponi in vendita in base al peso, tanto per tornare al tempo che fu, alle candele; dall’olio al miele, ai legumi e ai cereali. “Si potranno trovare anche prodotti provenienti da aziende partner che condividono la stessa passione verso tutto ciò che è realmente naturale”, dice  l’imprenditore romano che ha avuto questa idea.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Peppe Causarano

Ristorante VotaVota

Marina di Ragusa (Rg)

1) Spaghetto affumicato burro e alici

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search