Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 11 Dicembre2020

Da qualche giorno la Sicilia è attraversata da un fronte di maltempo che sta creando parecchi disagi e danni. La situazione più preoccupante nel messinese.

Gli ultimi acquazzoni hanno provocato danni ingenti all'azienda vitivinicola Cambria che si trova a Furnari in provincia di Messina. Ma sono decine le aziende "messe in ginocchio" dalle piogge intense di queste ore. Tra queste, come detto, l’azienda vitivinicola Cambria, divenuta famosa negli anni per i suoi vini ricavati da vitigni autoctoni come Mamertino e Nocera. Cambria, che produce vini dal 1864, è diventata simbolo di promozione e storia del territorio. La cantina e i suoi 30 ettari di vigneti, sono stati brutalmente colpiti dal maltempo e non è stato finora possibile fare una stima economica dei danni. Lo scenario che si è presentato agli occhi dei due proprietari Nino e Franco Cambria era a dir poco devastante. Parte del vigneto è stato spazzato via dall’acqua che ha portato con se detriti e devastazione. La strada di campagna che sovrasta l’agro furnarese è divenuta un fiume in piena, racconta il direttore generale dell’azienda. Ci sono ancora difficoltà ad accedere alle tenute poiché le vie rurali sono del tutto inagibili.

La stessa problematica è stata riscontrata nei pressi della cantina. Difatti la via che la costeggia si è tramutata in un canale di circa un metro di altezza che in breve tempo ha raggiunto la sede principale delle attività. Il risultato? Trenta centimetri di fango e il suo cattivo odore hanno reso inutilizzabili circa 25 delle 140 barrique presenti sul luogo. I proprietari hanno saggiamente deciso di dismetterle per non esporre a rischio la buona riuscita del loro vino. Anche le pareti della cantina sono zuppe d’acqua e fanghiglia. Ci sono attualmente quindici persone che lavorano ininterrottamente per rimettere in sesto l’attività ripulendola da cima a fondo. Nella cantina erano conservate bottiglie antiche, anche risalenti al 1976. Il punto vendita è momentaneamente chiuso. Wine tour e visite sono stati sospesi a data da destinarsi. Si suppone che ci vorranno almeno altri dieci giorni per riportare tutto alla normalità, cominciando dalle strade che garantiscono l’accesso alle tenute. La comunità ha mostrato solidarietà nei loro confronti.

Ambra Cusimano

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Paolo Barrale

Aria Restaurant

Napoli

4) Vino e percoche

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search