Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 15 Dicembre2018


(Antonio Moretti)

Il tribunale del Riesame ha restituito 6,5 milioni dei 25 milioni di euro sequestrati alla famiglia Moretti, nell'ambito dell'inchiesta per associazione a delinquere finalizzata all'autoriciclaggio.

Lo ha deciso ieri il collegio presieduto da Angela Avila e composto anche dai giudici Giulia Soldini e Claudio Lara. Nella sentenza, si legge che, in parziale riforma del decreto di sequestro firmato dal Gip Piergiorgio Ponticelli, dal totale di 25 milioni di cui ciascuno dei destinatari deve rispondere in solido vengano sottratti 2,312 milioni di euro per Antonio Moretti, il capostipite; 3,945 milioni per il figlio Andrea, anche lui come il padre ai domiciliari; 173 mila euro per l'altro figlia Andrea, destinatario di un provvedimento di interdizione dalle cariche sociali. Il resto, stabilisce la sentenza, resta sotto sequestro e si tratta all'incirca di 18 milioni.

Gli avvocati di Andrea Moretti, Niki Rappuoli e Cordero Guerra, esprimono moderata soddisfazione per la decisione: "Dimostra la fondatezza delle nostre difese e lascia ben sperare per il futuro processo - dicono i legali - Ci riserviamo di valutare se proporre ricorso per cassazione dopo aver letto le motivazioni". Ora va in discussione a Firenze, sempre al tribunale del Riesame, il ricorso contro gli arresti domiciliari per lo stesso Andrea e per il padre Antonio.

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Elio Mariani

Checchino dal 1887

Roma

1) Trippa alla romana

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search