Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 10 Marzo2020

Nessun passo indietro. Anzi. Da Londra si alza la voce di Hannah Tovey, organizzatrice della London Wine Fair che, al magazine britannico “The Drinks Business” svela che la fiera inglese si farà.

Come da programma. Ossia dal 18 al 20 maggio all’Olympia Exhibition Centre. Nessuna paura del Coronavirus e una positività invidiabile. Ancora nel Regno Unito i casi di contagio da Coronavirus sono pochissimi. E gli organizzatori non pensano ad un aumento esponenziale. "Noi abbiamo pensato a tutto - svela Tovey - All'evento mancano più di due mesi e i rischi del Coronavirus sono inferiori rispetto a quelli che si potevano avere a Dusseldorf con il ProWein (prevista dal 15 al 17 marzo prima della decisione di cancellarla). Pensiamo che la cosa giusta da fare sia lavorare per andare avanti.Non serve fare in maniera diversa e il Governo prevede che il problema si affievolirà con il migliorare della stagione".

Insomma tutto confermato. Almeno per ora e a meno di clamorose inversioni di tendenz dei focolai di contagio. Quest'anno la fiera festeggerà l'edizione numero 40. "Oltre il 90 per cento dei nostri visitatori sono britannici - prosegue ancora Tovey - e poco meno del dieci per cento dei visitatori potrebbe essere eventualmente interessato da un blocco del traffico aereo, per cui a subire disagi, al limite, potrebbero essere i nostri espositori, praticamente tutti stranieri. In quel caso, a rappresentare i brand internazionali del vino ci penseranno gli importatori. Non è una scelta avventata ma se qualcosa dovesse cambiare ci faremo trovare pronti, magari con un rinvio in autunno. Anche perché la cancellazione della ProWein rende indispensabile una fiera internazionale per il settore".

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Luca Lacalamita

Lula pane e dessert

Trani (Bt)

1) Tartelletta di stagione

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search