Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 26 Marzo2022
Sandro Boscaini

di Emanuele Scarci

Masi Agricola supera il giro d'affari e la redditività del 2019 nonostante il canale del business travel non sia tornato completamente alla normalità pre-pandemica.

La società veronese, quotata nell'Euronext Growth Milan e tra i big dei vini premium, ha chiuso il 2021 con ricavi netti consolidati di 66,4 milioni di euro (51,7 milioni nel 2020, +28,4%), il Mol è di 12,9 milioni (5,5 milioni di euro nel 2020) mentre il rapporto Mol/ricavi è del 19,5% contro il 17,2% del 2019. Ma senza 1,5 milioni di contributi pubblici tra Ocm e ristori la redditività sarebbe stata allineata al 2019. L'utile netto del 2021 è di 5,4 milioni (0,8 milioni nel 2020) e l'indebitamento finanziario netto 2,7 milioni (6,4 milioni al 31 dicembre 2020). Il titolo di Masi dal collocamento sul mercato del giugno 2015 è scivolato da 4,6 euro fino a 2 euro per poi recuperare i livelli del collocamento. Oggi la società capitalizza 146 milioni.

Business travel
"Il conto economico del 2021 - ha commentato il presidente Sandro Boscaini - registra il ritorno della performance numerica al pre-Covid, nonostante diversi mesi in cui l'Horeca è stata assoggettata a misure restrittive e nonostante la persistente rarefazione dei viaggi internazionali, che continua a penalizzarci nel canale duty free, nell'hotellerie di lusso e nelle metropoli. Questi incoraggianti risultati derivano sia dalla forza del brand che dall'utilizzo coordinato di tutti i canali distributivi e dalla segmentazione di gamma". Analizzando il trend dei ricavi a livello geografico si nota il rilevante incremento dell'Italia, che cresce del 51% e registra una quota di oltre il 26% sul totale, una percentuale mai raggiunta dalla quotazione in Borsa a oggi. "Riteniamo che questa espansione del mercato domestico rappresenti un fattore strategico estremamente positivo, in quanto in Italia il gruppo distribuisce i propri marchi in modo diretto, senza anelli intermedi della catena del valore" sottolinea Masi Agricola.

Incognita costi
Per sopperire agli aumenti dei costi la società ha aumentato il proprio posizionamento-prezzo e conseguentemente i propri listini di vendita, "ma è possibile che nel breve termine il gap non venga pienamente colmato", viene evidenziato. L'incertezza e l'aumento del costo della vita in generale che potrebbero causare una minore propensione alla spesa da parte dei consumatori. Sul fronte societario, la governance di Masi Agricola è stata cristallizzata dagli ultimi avvenimenti: i tre fratelli Boscaini hanno stipulato un patto parasociale triennale per un totale del 73,5% del capitale di Masi Agricola che, di fatto, ha sterilizzato il 7,5% detenuto da Renzo Rosso. Poi la Fondazione Enpaia (l’ente di previdenza degli addetti in agricoltura) ha rilevato sul mercato il 4% della società della Valpolicella.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search