Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 16 Aprile 2014
di C.d.G.

Un Eataly a Catania.

Oscar Farinetti è deciso. Dopo la lunga sequenza di aperture in giro per il mondo, Eataly sbarcherà ancora al Sud. Se ne parlerà tra un paio di anni, la sede non c'è ancora. C'è solo una grande volontà. "Catania mi piace da matti. È ideale per il cibo, per quello che facciamo. Lì farò il secondo Eataly del Sud Italia, dopo quello di Bari. Ma ci vorrà del tempo", dice l'imprenditore. E la ragione è presto spiegata. In questo 2014 sono previste aperture di Eataly a Piacenza, Forlì e Trieste. Poi quelle più impegnative di Mosca e San Paolo in Brasile. Poi c'è un calendario fitto di altre aperture nel 2015 e agli inizi del 2016, quando Eataly aprirà i battenti a Londra, Monaco di Baviera e soprattutto Parigi dove è stata trovata la sede e l'accordo è già fatto.

Top secret la location ma certamente sarà un'apertura clamorosa quella di un Eataly nella città che è anche ritenuta l'olimpo della ristorazione mondiale. Nel 2015 magari ci scapperà pure un'apertura in qualche altra città statunitense. Troppe cose da fare per pensare subito a Catania. Ma il ciclone Farinetti non si ferma. E anzi va oltre per fare diventare Eataly il definitivo e consolidato volano del made in Italy nel mondo, almeno per la parte agroalimentare. Dove non esistono competitor ma c'è, e Farinetti lo sa bene, una grande fame di cose italiane da mangiare e da bere. E poi, tra un paio di anni, sarà la volta di Catania. Generalmente Farinetti rispetta i ruolini di marcia. Ed è molto probabile che lo farà anche questa volta.

F.C.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Ciro Scamardella

Pipero

Roma

1) Raviolo di cavolfiore, vaniglia e capasanta

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search