Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il concorso il 25 Maggio 2011
di Redazione

Roberto Allocca, souschef al Marennà  di Sorbo Serpico si è aggiudicato la vittoria del concorso. Tra i migliori il pugliese Vito Giannuzzi di Torre Maizza a Savelletri ed il siciliano Peppe Causarano della Fattoria delle Torri di Modica


Da sinistra Giuseppe Causarano, Ciro Pepe e Gianni Zichichi

Si sono sfidati puntando all’originalità ma partendo dalla tradizione e dai sapori del Mediterraneo.

La terza tappa del Premio Miglior Chef Emergente, che si è svolta nell’elegante location del Circolo Royal Yachting Savoia di Napoli, ha visto trionfare la Campania. Con un’elegante composizione di mare, a base di polpo, orata, calamaro, cotti separatamente, su salsa di zucca con yogurt di bufala ed una faraona laccata al ‘nucillo’ con scarola saltata alla colatura di alici, Roberto Allocca, souschef al Marennà  di Sorbo Serpico in mezzo alle vigne dell’Irpinia, si è aggiudicato la vittoria.


Il vincitore Roberto Allocca

Una gara interessante sotto tutti i punti di vista e durante la quale si sono fatti apprezzare anche gli altri due chef, il pugliese Vito Giannuzzi di Torre Maizza a Savelletri ed il siciliano Peppe Causarano della Fattoria delle Torri di Modica. Scegliere per la giuria formata da giornalisti del settore, bloggers, ristoratori, sommelier e chef, non è stato infatti facile. Davvero pochi i punti che li distanziavano. Due i temi da seguire, Multicolore e Libero. Non solo tecnica, ma soprattutto tanta passione per il proprio lavoro e tanto amore per il proprio territorio è quanto hanno dimostrato i tre chef arrivati in finale.


Il giornalista Luigi Cremona e lo chef Vito Giannuzzi

Il giorno prima, il 23 maggio, sono stati dieci in totale gli chef provenienti dalle tre regioni in gara, ovvero Campania, Puglia-Basilicata e Sicilia, che si sono sfidati tra i fornelli. Tutti hanno dimostrato un livello alto malgrado la giovane età. Lucrezia Ricci, chef emergente della Puglia, è stata l’unica donna in gara. Soltanto 21 anni ma già con le idee ben chiare. Forse le serve ancora un po’ di esperienza, ma nei suoi piatti ha dimostrato tutta la sua femminilità ed estro. Il suo raviolo aperto in sfumature di verde con farcia di fagiolini, capocollo e burrata è stato molto apprezzato.


Un momento della manifestazione

Ad un restyling dei piatti della nonna ha puntato lo chef siciliano giunto in finale, Peppe Causarano. La pasta c’a muddica e le sarde a beccafico in versione rivisitata hanno riscosso molto successo. Intatta la genuinità dei prodotti e dei sapori antichi ma con un quid in più. Il pugliese Vito Giannuzzi tra gli altri è stato forse quello più azzardato e ricercato. Il risultato è stato comunque ottimo. Del resto è stata proprio la forte personalità che tutti gli chef in gara hanno dimostrato a colpire la giuria. A condurre questa maratona del gusto il giornalista Luigi Cremona che tra piatti, vini e sponsor ha saputo sempre tenere alta l’attenzione. Il Premio Miglior Chef Emergente è organizzato da Witaly. Napoli è stata la terza tappa del viaggio percorso lungo l’Italia che vedrà la sua conclusione a Roma per la Finale Nazionale il 24 giugno.

Sandra Pizzurro
 


Polpo, orata, calamaro su salsa di zucca con yogurt di bufala


Faraona laccata al ‘nucillo’ con scarola saltata alla colatura di alici


Panoramica sul pubblico


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search