Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Giada Giaquinta

Christian Guzzardi
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Maddalena Peruzzi
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Marcella Ruggeri
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni
Alessia Zuppelli

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il prodotto il 29 Novembre2022

Amaro Amara, l'amaro siciliano realizzato da scorze di Arancia Rossa di Sicilia Igp, svela una nuova preziosa release: Amara Bark, una ristretta edizione limitata, diventata già un cult tra appassionati e intenditori.

Amara Bark nasce dall’incontro tra la preziosa corteccia degli alberi di Arancia Rossa di Sicilia Igp e uno speciale infuso di erbe spontanee dell’Etna. Amara Bark è l'amaro che guarda alla sostenibilità ambientale e punta allo zero waste, riutilizzando il legno della potatura degli aranceti di famiglia, coltivati alle pendici del vulcano più grande d’Europa. Durante la potatura estiva degli aranci viene prelevata la corteccia dei rami più forti per ottenere un legno ricco di linfa e dal profumo intenso. La corteccia di arancio è l’ingrediente distintivo di Amara Bark, un elemento vitale nel ciclo produttivo dell'albero che invece di essere smaltito, come tradizionalmente avviene, viene nobilitato nella produzione di un amaro unico nel duo genere. La nuova limited edition vuole essere un gesto simbolico di restituzione alla terra e agli agrumeti della piana di Catania, in pieno stile Amara, da sempre attenta al rispetto della natura etnea.

Amara Bark racchiude tutti i sentori e gli aromi della campagna agricola vulcanica, tra profumi e sapori perfettamente equilibrati che alternano le note calde del legno con la freschezza delle erbe spontanee dell’Etna. Un amaro dalla grande complessità eppure immediato, fortemente caratterizzato dai profumi della corteccia appena tagliata di albero d’arancia, così da conservare tutte le note vegetali e donare robustezza e rotondità al prodotto finale. "Bark è un amaro che gioca a fare il whisky - afferma soddisfatto Edoardo Strano, fondatore e ideatore del brand Amara - volevamo un prodotto dal carattere fortemente distintivo, siamo sempre stati affascinati dai sentori del legno e dopo il riuscito esperimento del 2020 di Amara Caroni, dove protagonista era un invecchiamento di un anno in botti di Rum, abbiamo pensato che potesse essere interessante rendere il legno un vero e proprio elemento, invece che pensarlo solo come un metodo di invecchiamento. Questa intuizione ci ha dato l'opportunità di sperimentare, divertirci e dare vita ad un liquore davvero sorprendente e inaspettato".

In Amara Bark il legno da contenitore diventa contenuto. Da materiale in cui far riposare e invecchiare il liquore, il legno, o meglio la corteccia degli alberi di arancia rossa di Sicilia Igp, viene trasformato in un insolito elemento aromatico, che sprigiona sentori invernali di pane cotto in forno e memorie di passeggiate nei boschi e nelle campagne etnee. Amara Bark è prodotto lasciando riposare in infusione alcolica per sei mesi la corteccia di albero di arancia rossa di Sicilia Igp, erbe spontanee dell'Etna, a cui viene successivamente aggiunta acqua sorgiva che sgorga a 1.200 metri sul vulcano e zucchero. Le prime attesissime 2.800 bottiglie numerate saranno immesse sul mercato dei canali specializzati tra novembre e dicembre del 2022.

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2023 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search