Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'evento il 26 Febbraio 2016
di C.d.G.

Tra poco meno di un mese la festa più attesa da tutti gli irlandesi. Noi vi proponiamo tre ricette da proporre nelle nostre tavole tipiche di questo evento

da Dublino, Claudia Santoro

Tra poco meno di un mese l'Irlanda si colorerà di verde, più di quanto non lo sia già. Dal 17 al 20 marzo a Dublino e in tante altre città irlandesi e nel mondo, si celebrerà il “St Patrick Day”, ovvero la festa in onore del Patrono d’Irlanda: San Patrizio, a cui si deve la fioritura del Cristianesimo nell’Isola. 

A San Patrizio è dedicata la St. Patrick’s Cathedral a Dublino, sorta nel 1190 e nominata cattedrale nel 1213 che, con i suoi 100 metri di lunghezza, è la Chiesa più lunga dell’Irlanda medievale, ristrutturata in stile gotico inglese nel 1254.

Dal 2000 il St Patrick Day è più che una festa religiosa, è un vero e proprio Festival nazionale, fulcro del turismo irlandese. Dal fiume Liffey ai monumenti, dalle vetrine dei negozi alle strade, anche la birra Guinnes si colorerà di verde per la festa più attesa di tutta l'Irlanda, mentre ovunque si potranno vedere i tradizionali shamrock, i trifogli simbolo della festa. Quest'anno il Festival concluderà la terza fase della tematica triennale ispirata al passato, presente e futuro con il tema "Imagine if.." (immagina se) che conclude la trilogia proiettando l'immaginazione verso il futuro, tematica del tutto attuale, considerando che oggi in Irlanda si stanno svolgendo le elezioni anticipate per il nuovo Parlamento. Opere teatrali, concerti, spettacoli di strada, la tradizionale parata con i carri e le figure in maschera, fuochi d’artificio e gare di ogni genere intratterrano cittadini e turisti per tutto il weekend. Il programma è disponibile nel sito stpatrickfestival.ie nella sezione "I love my city".

Come ogni ricorrenza che si rispetti, il festeggiamento continua sulle tavole di case e ristoranti che per l'occasione propongono i tradizionali cibi irlandesi. Dalla colazione alla cena, tutto viene preparato con dovizia di particolari. Patate, formaggi e carni dalla lunga cottura arricchiscono il menù.

Ogni famiglia propone una sua combinazione di piatti, ma sulle tavole non manca il soda bread, tradizionale pane lievitato con carbonato di sodio, che accompagna ogni piatto. Tra le pietanze più gettonate anche l'Irish stew, uno stufato di manzo o agnello, e il colcannon un purè di patate con cavolo riccio.

SODA BREAD

Ingredienti

  • Farina 500g
  • Zucchero 50 g
  • Lievito in polvere 15 g
  • Sale 5 g
  • Bicarbonato di sodio 20 g
  • Burro freddo o margarina 100 g
  • Uva passa 200 g
  • Semi di cumino 20 g
  • Uova 2
  • Siero del latte 370 ml

Mescolare gli ingredienti in polvere in una grande ciotola, quindi aggiungere il burro e impastare ottenendo un composto in briciole. Incorporare l'uvetta e i semi di cumino.
Sbattere le uova e metterne da parte 1 cucchiaio. In una ciotola, unire il siero del latte e le uova rimanenti, quindi aggiungerle al composto e impastare per almeno 10 volte su un piano infarinato. Formare una palla e spianare in una teglia unta, di 9 cm di diametro. Tracciare una x sull'impasto e spennellare la superficie con l'uovo.
Cucinare a 350 ° per 1 ora e 20 minuti. Lasciare raffreddare e servire a fette.
 
IRISH STEW

Ingredienti

  • 2 cucchiai di olio di semi
  • 1 kg spalla di agnello, tagliato in pezzi da circa 2.5 cm
  • 2 cipolle bianche
  • 1 porro
  • 3 gambi di sedano
  • 1 foglia di alloro
  • 4 carote grandi
  • 500 ml di brodo di manzo o agnello
  • 900 g di patate
  • Una noce di burro

Sale marino e pepe nero macinato q.b.
Rosolare i pezzi di agnello con un 1 cucchiaio di olio in una grande pentola a fiamma vivace. Appena colorati, mettere da parte e ridurre il fuoco a temperatura media. Dopo aver tritato grossolanamente cipolle, porro, carote e sedano soffriggere nella pentola per 5 minuti. Aggiungere la carne con la foglia di alloro e coprire con brodo salato e pepato. Appena inizia a bollire, aggiungere le patate, avendo cura che stiano sotto la carne e lasciare cuocere a fuoco lento per 5 ore con coperchio e altri 10 minuti senza coperchio. Lasciare riposare qualche minuto e servire.
 
COLCANNON


Ingredienti

  • 2 Kg patate rosse
  • 1 cavolo riccio
  • 240 ml di latte
  • 120 g di burro
  • 4 scalogno
  • Sale e pepe q.b.

Prezzemolo o erba cipollina q.b.
Sbucciare e bollire le patate. Tagliare il cavolo a fette sottili e mettere in una pentola. Coprire con acqua e portare a ebolizzione, quindi lasciare cucinare a fuoco lento fino a quando è appena appassito. Scolare bene e saltare con un terzo del burro lasciando riposare con coperchio lontano dal fuoco. Quando le patate sono morbide, scolare bene e lasciare raffreddare raffreddare. Aggiungere il latte nella casseruola insieme allo scalogno tritato e a un terzo del burro. Appena sciolto il burro, schiacciare le patate con una forchetta e aggiungerle al composto insieme al cavolo. Salare e pepare a piacere e servire con prezzemolo o erba cibollina e un terzo di burro al centro del piatto.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search