Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'iniziativa il 07 Ottobre2011

Uno chef con un forte legame con il territorio. “Un legame che, però, non è mai vincolante” come dice lo stesso Gianluca D’Agostino, che con il suo staff porta avanti la cucina del ristorante Veritas, in Corso Vittorio Emanuele nel cuore di Napoli.

Si presenta con semplicità il nuovo volto delle “Ricette degli chef” di Cronache di Gusto: “La passione per il buon cibo – dice - nasce a casa e in famiglia grazie all’attenzione per il cibo, alla qualità come anche all’eliminazione degli sprechi. Così quando mi sono trovato a decidere “cosa fare da grande”, a 23 anni, non ho fatto molta fatica ad individuare la strada”.
Riguardo la sua cucina poi dice: “Non mi piacciono le definizioni. Non voglio dire che i miei piatti sono tradizionali piuttosto che moderni. Tradizionale è certamente la scelta degli ingredienti che sono per lo più regionali, innovative sono invece le tecniche e le cotture, una per tutte quella del sottovuoto, che convivono perfettamente con le ricette antiche”. Così il legame con la propria terra non diventa ossessione per il chilometro zero: “Questo non significa – dice lo chef – che non selezioni accuratamente i miei fornitori ai quali è concesso sbagliare solo una volta. Per il resto credo che elementi come le spezie indiane, come la kurkuma, o l’aceto di riso e la salsa di soia giapponese possano contribuire a caratterizzare e ad esaltare alcune preparazioni dove i protagonisti principali sono, comunque, le nostre materie prime”.

Piera Zagone

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Massimo Quacquarelli

Ristorante Corteinfiore

Trani

2) Medaglioni di rombo con patata e cicoriella, funghi cardoncelli e pomodorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search