Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'iniziativa il 04 Maggio 2011
di Redazione

Ecco Leonardo Marco, col suo amore per la stagionalità dei prodotti. Su Cronache di Gusto le ricette dello chef del ristorante “Il poeta contadino” di Alberobello

Ama chiamare la sua cucina “del sole” per l’amore con cui segue la stagionalità dei prodotti nazionali.

Leonardo Marco, patron e chef del ristorante “Il poeta contadino” nel cuore di Alberobello in provincia di Bari, ha 57 anni di cui 33 anni passati fra i fornelli. Lo chef che è uno dei nuovi volti della rubrica degli chef di Cronache di Gusto racconta così la sua esperienza quotidiana al ristorante: “Dalla mia cucina esce fuori un misto fra piatti creativi e preparazioni regionali. Tuttavia anche nella più innovativa fra le preparazioni non posso fare a meno dei prodotti poveri della regione, quelli che ormai tendono ad essere usati sempre meno in cucina. Fra questi ci sono ad esempio i lupini o i ceci neri o le cicecchie, legumi a metà fra ceci e fagioli che alcune contadine che mi portano direttamente dai loro campi”. Una cucina, dunque, genuinamente biologica quella dello chef pugliese che ha fatto nascere il suo ristorante dall'accurata ristrutturazione di una vecchia stalla: un rustico raffinato in pietra viva suddiviso in due sale arredate in stile liberty.
Ecco dunque spiegate le due anime dell’unica filosofia de “Il poeta contadino”: “Contadino – dice Leonardo Marco – richiama tutto quello che di rustico c’è all’interno del locale ma anche la ricerca dei prodotti che uso in cucina, prodotti figli della terra. D’altra parte tutto quello che c’è di poetico viene fuori dall’arte di chi maneggia i prodotti stessi e come riesce a valorizzarli nelle sue preparazioni”.

Piera Zagone


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Savino Di Noia

Antica Cantina Forentum

Lavello (Pz)

1) Uovo in camicia tra sapori lucani

Sud Top Wine

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search