Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in La manifestazione il 06 Settembre2021

Torna Camporeale Days.

Venerdì 1, sabato 2 e domenica 3 ottobre 2021, all’interno del Baglio e del Palazzo del Principe, a Camporeale, in provincia di Palermo, avrà luogo la settima edizione della manifestazione che valorizza e promuove le risorse enogastronomiche, artistiche, artigianali e turistiche dell'Alto Belice, organizzata dall’Associazione Turistica Pro Loco Camporeale con il patrocinio del Comune di Camporeale. Una settima edizione che riparte, dopo la pandemia, in totale sicurezza. Così Camporeale, piccolo comune di 4 mila abitanti, nella parte orientale del Val di Mazara, al confine delle province di Agrigento, Trapani e Palermo e a cavallo tra la Doc Alcamo e la Doc Monreale, celebrerà il suo territorio. “C’è la voglia di ripartire e di dare continuità alla manifestazione, che negli anni è cresciuta sempre di più – afferma Benedetto Alessandro, presidente della Pro Loco -. Siamo giunti alla settima edizione ed è chiaro che c’è la consapevolezza del periodo che stiamo vivendo. Non sarà un’edizione identica a quelle del passato, ma diversa, adattata alle misure di sicurezza e di prevenzione che sono richieste per garantire la buona riuscita dell’evento e per mantenere il livello di qualità ricercato ogni anno. Non mancheranno le masterclass dedicate ai vini del territorio, le degustazioni, le esposizioni artigianali e i momenti di intrattenimento nel corso della tre giorni, ma saranno gestiti nel rispetto nelle norme anti Covid”.

Il programma della manifestazione è in corso di definizione e sarà pubblicato nelle prossime settimane. Durante la kermesse, si potrà accedere, esibendo il Green Pass, al villaggio espositivo e si potranno degustare e acquistare i prodotti; sarà possibile visitare anche alcune cantine del territorio. Come sempre, la manifestazione sarà scandita da un calendario di masterclass sul vino e workshop sulle specialità agroalimentari del territorio, con alcuni cooking show e convegni dedicati al tema della nuova edizione: “Il grano". In programma anche una mostra di moto e auto d’epoca, spettacoli di intrattenimento artistico e teatrale, che si svolgeranno in alcune luoghi della città, all’aperto e poco distanti tra loro, e che saranno ripetuti nel corso delle giornate per consentire una partecipazione snella, contingentata e in grado di mantenere gli standard di sicurezza. Non ci saranno gli spettacoli notturni con dj set.

La macchina si è già messa in moto. E seguirà il programma completo di tutte le attività, che accenderanno i riflettori, ancora una volta, sulle eccellenze di Camporeale e dei territori dell’Alto Belice; un territorio che si estende a Sud di Palermo, verso l’interno dell’Isola, in un’area popolata sin dall’antichità. Greci, Punici e Romani, Bizantini, Arabi e Normanni si sono succeduti nel controllo e nel dominio di questi luoghi fino alla formazione del Regno di Sicilia. Un territorio profondamente ancorato alle tradizioni culturali legate all'agricoltura con eccellenze riconosciute ed apprezzate a livello internazionale che raccontano la storia del Mediterraneo: il frumento, l'olio e il vino. Tali risorse rappresentano la cultura e il nucleo delle tradizioni intorno alle quali si è evoluto il tessuto urbano, e a fianco ad esse si sono sviluppate produzioni artigianali locali di grande pregio come quella del legno, innanzitutto, e quella del ferro, nonché quelle strettamente legate alla vita sociale della popolazione come la lavorazione della ceramica e il ricamo dei tessuti. La manifestazione è rivolta a tutti coloro i quali siano alla ricerca di produzioni agroalimentari e artigianali di nicchia, agli appassionati del turismo sostenibile e dei metodi di produzione tradizionali, biologici e salutari, nonché a giornalisti e operatori del settore. I dettagli nei prossimi giorni in questo link

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Caterina Ceraudo

Ristorante Dattilo

Crotone

4) Olio e vino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search