Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'azienda il 18 Luglio 2011
di Redazione


Filippo e Giuseppe Melandri

di Luca Gardini

Alla bontà ed alla qualità di un vino contribuiscono tanti fattori. Prima di tutto, ovviamente, il lavoro in vigna. La base, insomma.

Ma per mantenere e valorizzare questo lavoro concorrono tanti altri aspetti. I macchinari che vengono utilizzati rientrano in questo circuito. Per questo voglio soffermarmi sulle presse per l’uva. La pigiatura costituisce una fase importante e cruciale per un buon risultato del prodotto vinicolo finale. Diemme è un’azienda romagnola che ha fatto la storia dell’enologia. Da oltre ottant’anni, sotto la guida della famiglia Melandri, mantiene la sua posizione di leader, risultato di un continuo lavoro di innovazione tecnologica e di attenzione alle esigenze dei clienti.
Il suo punto di forza a mio avviso? Esaltare il risultato del lavoro in vigna. Non c’è insomma alcuna alterazione dell’uva. La loro pressa delicata, Vintage (nella foto sotto), lo dimostra.

L’estrazione avviene in maniera estremamente lenta e delicata, senza alcun tipo di sollecitazione meccanica sulla buccia. La pressatura è uniforme, soffice, progressiva e flessibile. Mi ha colpito poi soprattutto la pressa per realizzare lo champagne, così come la tecnica basata sulla pigiatura in assenza di ossigeno. “Si chiama Neutral 2 (nella foto sotto) – spiegano Filippo e Giuseppe Melandri, cugini e rispettivamente amministratore delegato e direttore commerciale della Diemme Enologia – e nasce con l’obiettivo di evitare l’ossidazione.

 

Quello che gli enologi e gli amanti del buon vino bianco vogliono è chiaro, ovvero eliminare le cause di deterioramento del vino bianco e mantenere le caratteristiche delle uve dalla vendemmia alla bottiglia. Il sistema Neutral 2 – concludono - è una linea completa e brevettata per la ricezione, diraspatura, pigiatura e pressatura delle uve bianche in ambiente totalmente inerte per la produzione di vini di eccellente qualità”.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search