Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 10 Marzo2020

La mazzata è spaventosa. L’Italia chiusa per il coronavirus ha effetti enormi nel nostro quotidiano. Il settore della ristorazione e del turismo è tra le più colpite dal provvedimento. È esagerato tutto questo?

Non lo sappiamo. Ma sappiamo che bisogna reagire. Ed allora il pensiero va soprattutto a chi questa sera dovrà tenere chiuso il proprio locale, ristorante o pizzeria, wine bar o birreria che sia. L’effetto coprifuoco sarà devastante. Chi abita in Lombardia già da qualche tempo sta provando le conseguenze di una situazione che ci lascia smarriti, confusi, in preda al panico. Ora anche tutta Italia dovrà convivere con queste paure e queste incertezze.

Come reagire? Ognuno di noi dovrà trovare una ricetta. Qualcuno ci sta già provando. Tra tutti quelli che aprono le porte ogni sera per somministrare cibo e vino, qualcuno può azzardare una contromisura. Un modo per non restare travolti da questa chiusura forzata. Anche perché malgrado tutto dobbiamo continuare a mangiare e bere. Tutti a casa. Il messaggio è per i cari amici pizzaioli, anche loro nel mirino. La pizza si presta al servizio a domicilio. Quello che ormai nella nostra cultura anglofona chiamiamo con una sola parola delivery. Ed allora delivery, delivery, delivery. Avanti tutta. Ci si organizzi. Bene. Con un servizio curato. Un packaging adeguato e non improvvisato. Un menu ritagliato per la nuova offerta a domicilio. Magari con l’aggiunta di un abbinamento possibile tra birra e vino e un poco di narrazione che non guasta mai. E così si tenterà di resistere. Non sarà mai lo stesso, non sarà mai come prima del virus. Ma intanto si potrà continuare a lavorare. Ogni giorno, secondo una stima, si consumano in Italia circa sette milioni di pizze. E le pizzerie sono oltre settantamila. Un giro d’affari di decine e decine di milioni di euro. Un pezzo dell’economia di questo Paese. Sarebbe un peccato rinunciarvi senza tentare un’alternativa. In fondo per noi italiani, quelli del Sud in particolare, la pizza è comfort food. E quindi ha anche un valore di supporto psicologico in queste giornate cariche di incertezza. Da non trascurare. E noi di Cronache di Gusto saremo pronti a raccontare le storie di chi resiste e cerca una opportunità in questo momento buio. Contattateci.

E se per caso i pizzaioli non sono attrezzati, non vogliono praticare l’alternativa del servizio a domicilio, allora meglio chiudere i battenti. E prendersi un periodo di ferie senza piangersi addosso. Vacanze forzate. Per riflettere, pensare e riorganizzarsi. Pronti a ripartire. Ripartenza che ci sarà. E sarà vigorosa. Con sessanta milioni di italiani vogliosi di tornare alla normalità. E di sedersi ai tavoli di una pizzeria.

F. C.

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Luca Abbruzzino

Ristorante Abbruzzino

Catanzaro

3) Anatra, kumquat e semi di zucca

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search