Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 19 Novembre2020
I nuovi loghi del consorzio

di Emanuele Scarci

Il Consorzio di tutela Bolgheri Doc diventa Consorzio di tutela Bolgheri e Bolgheri Sassicaia.

“Il nuovo nome dovrebbe essere operativo da domani sul nostro sito – annuncia Riccardo Binda, direttore del Consorzio toscano - Il nuovo logo avrà due versioni: una tondeggiante e una orizzontale, ma entrambe con il celebre viale dei cipressi che sarà in azzurro. Peraltro nel logo, i cipressi sembrano specchiarsi nel mare, quello del nostro territorio”. Secondo disciplinare, la produzione di Bolgheri Sassicaia è consentita in una specifica zona del comune di Castagneto Carducci, per un vino con almeno l'80% di Cabernet Sauvignon e una resa massima di 70 quintali/ettaro. E’ prodotto esclusivamente dall'azienda Tenuta San Guido, che possiede tutti i vigneti all'interno dell'area delimitata dalla Doc. Nella zona della Doc Bolgheri operano quasi esclusivamente viticoltori-imbottigliatori che chiudono il ciclo di produzione di uva-vinificazione e imbottigliamento. Sono assenti cantine sociali e cooperative.

Perché utilizzare il nome di un produttore, peraltro celebre, nel nome di una Denominazione collettiva?
"In realtà non c’è nulla di nuovo: nel nome legale c’è il termine Sassicaia. Alla fine del 2013, con la pubblicazione del decreto del Mipaaf, il Sassicaia si staccò dalla Doc Bolgheri (di cui era sottozona sino dal 1994, anno di nascita della Doc), diventando una Doc autonoma. Oggi però la ricomprendiamo nel nome del Consorzio".

Non ci sono pratiche burocratiche da esperire?
"Nessuna. Ed è stato già tutto approvato".

Ma gli altri produttori concordano nel mettere il nome di vino prodotto da un'unica cantina, per quanto trainante, nel nome di una Doc collettiva?
"Qui sta la lungimiranza dei produttori di Bolgheri. Sono un corpo unico che vuole valorizzare, promuovere e difendere la viticoltura di qualità nel territorio. Del resto in qualsiasi territorio se si chiedesse di inserire il nome Sassicaia nel nome della Doc lo voterebbero il 99,9% dei soci".

Cambiamo tema: il doppio lockdown e la chiusura dell’Horeca sta massacrando i vini di pregio: quali sono i numeri della Doc Bolgheri?
"A tutto ottobre l’imbottigliato calava del 9%. L’Italia è in sofferenza, ma resistono i mercati esteri dove l’off trade è consolidato. Per esempio, la Scandinavia, in parte la Germania, il Canada".

Ora però c’è l’incognita dei consumi di Natale...
"Sì, è tutto un punto interrogativo. E a far male non è tanto il lockdown quanto l’incertezza: è impossibile pianificare qualsiasi strategia. Si naviga a vista".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Isa Mazzocchi

Ristorante La Palta

Frazione Bilegno - Borgonovo Val Tidone

2) Raviolo di ravioli in sei stagionature di Parmigiano Reggiano

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search