Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Vinitaly 2022 il 07 Aprile2022
Nella foto, prima fila a partire dall'alto: Priscilla Incisa della Rocchetta, Albiera Antinori, Chiara Boschis; seconda fila: Marilisa Allegrini, Monica Larner, Elena Fucci; terza fila: Arianna Occhipinti, Elisabetta Foradori, Alison Napjus.

È un evento senza precedenti quello programmato per le ore 15 del 10 aprile nell’ambito di Vinitaly 2022.

Due giganti del giornalismo enologico condivideranno la scena e guideranno un’esclusiva degustazione per celebrare sette donne iconiche del panorama vinicolo italiano. Monica Larner di Wine Advocate e Alison Napjus di Wine Spectator sono all'apice della propria carriera: figure di punta del mondo del vino nell’ambito di critica e giornalismo, ricoprono posizioni di rilievo in due delle pubblicazioni del settore più rispettate e autorevoli al mondo. Il fatto che due giganti del giornalismo enologico condividano un palco e tengano assieme una degustazione di vini costituisce un avvenimento importante: perché? Stevie Kim, Managing Director di Vinitaly International e principale organizzatrice dell'evento, ha dichiarato: "È da diversi anni che mi batto per questo evento, e vederlo ora in calendario è per me la realizzazione di un sogno di vecchia data. Perché una cosa del genere non è mai successa prima?" Quello che può sembrare un gioco da ragazzi nasconde in realtà un background piuttosto complesso.

Nel mondo del vino, non è mai accaduto prima che importanti firme di testate concorrenti ospitassero eventi come questo. La scrittura e la critica enologiche hanno molto a che fare con la competizione: tra le riviste, tra gli stessi autori e certamente tra i lettori. Entrambe si basano su opinioni e analisi personali; le note di degustazione tecniche, eleganti, rigorose e affascinanti dei nomi più autorevoli sono persino in grado di influenzare e segnare carriere nel settore. Ciononostante, Larner e Napjus, rivali naturali per prestigio e per pubblico, hanno deciso di superare ogni storica barriera tra le pubblicazioni che rappresentano per mostrare al mondo del vino il potere che le donne hanno di unirsi. Queste due donne, titani della critica enologica, collaborano alla realizzazione di un inedito appuntamento che vede coinvolte altre sette donne iconiche, sette produttrici italiane alla guida della propria azienda. Parliamo della donna alfiere dell’Amarone Marilisa Allegrini, della regina del Super Tuscan Albiera Antinori, dell’unica donna tra i “Barolo Boys” Chiara Boschis, della “Signora del Teroldego” Elisabetta Foradori, del genio dei terreni vulcanici Elena Fucci, dell’ereditiera del leggendario Sassicaia Priscilla Incisa della Rocchetta, e della fiera portavoce della Sicilia Arianna Occhipinti. Queste donne presenteranno ciascuna il proprio vino d'autore, raccontando le proprie storie personali con il contributo e il supporto di Larner e Napjus. Come le due giornaliste, queste produttrici sono competitor da molti anni e, in alcuni casi, da molte generazioni. Rappresentano cinque diverse regioni d'Italia e le loro età spaziano in un range di 40 anni. I loro vini lottano costantemente per il market share e per la visibilità sul mercato internazionale. Eppure, a Vinitaly 2022, si riuniscono per condividere i propri vini e le proprie storie in nome della speranza e del cameratismo. Mai come nei tempi presenti un evento di questo tipo ha una particolare valenza d’esempio: speriamo che l’intero mondo del vino – e magari non solo quello – ne sappia trarre ispirazione.

C.d.G.

Commenti   

0 #2 Antonio Di Mauro 2022-04-09 16:05
Un evento che da giustizia a Donne di valore. I vini di Arianna sono il frutto del lavoro e della competenza di una Donna che lavora seriamente in prima persona. Complimenti a tutte. Sarà un successo!
Citazione
+1 #1 Antonio 2022-04-07 23:22
Congratulazioni, Arianna . Sei l'orgoglio della Sicilia e di Vittoria.
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Carmine di Donna

www.carminedidonna.it

3) Bignè con croccante e crema pasticcera

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search